Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Operazione dei Carabinieri del Noe

TRAFFICO DI RIFIUTI: DODICI DENUNCE

Coinvolte sei ditte tra Venezia, Treviso e Padova


TREVISO. Operazione contro il traffico di rifiuti da parte dei carabinieri del Noe di Treviso. Nove persone sono state denunciate nell'ambito di un'inchiesta che ha accertato il trasporto illegale di rifiuti parte dei quali sono stati scaricati nell'area di un azienda all'oscuro di tutto. I protagonisti sono tre cittadini di etnia rom originari di Castelfranco e nove tra titolari, soci e dipendenti di sei ditte tra Padova, Treviso e Venezia. Sono tutti indagati per gestione illecita di rifiuti. Tutto è partito dopo il rinvenimento di 16 contenitori contenenti rifiuti speciali, abbandonati nel piazzale di una ditta risultata poi estranea alla vicenda. La proprietaria del camion e i due autisti erano i tre rom di Castelfranco e i rifiuti appartenevano ad una ditta padovana che produce verniciature industriali. Numerosi sono stati gli episodi scoperti dai carabinieri nei quali i tre rom avevano ricevuto o consegnato presso ditte non autorizzate o in difetto di idonea comunicazione, ingenti quantità di rifiuti.