Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/241: MOLINARI NUMERO UNO IN EUROPA

A Dubai conclusa la stagione del circuito continentale


DUBAI - Sul percorso dello Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, si gioca l’ultima gara stagionale, il DP World Tour Championship, che va a concludere la “Race to Dubai”, con un montepremi di otto milioni di dollari. Sono ammessi i primi sessanta della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il ministro ha ricevuto parlamentari e consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle

PEDEMONTANA, TONINELLI: SOSTENIBILITA’ DUBBIA, PREOCCUPANO OSSERVAZIONI CORTE CONTI

Il ministro ribadisce che l'infrastruttura è sotto la responsabilità della Regione


ROMA. “Ho letto con sorpresa i giornali veneti, secondo cui il mio ministero avrebbe dato l’avallo a un’opera di quantomeno dubbia sostenibilità come la Pedemontana veneta. Lo smentisco. Ricordo che l’infrastruttura è sotto la responsabilità del concedente Regione Veneto e che l’elenco, nel Def, delle opere sottoposte all’analisi costi-benefici non è esaustivo”. Lo dice in una nota il Ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Danilo Toninelli.

“Peraltro la Pedemontana mi preoccupa rispetto al suo livello di sostenibilità finanziaria sia in termini di costruzione che di gestione e non vorrei che ci fossero, per il concessionario, condizioni di favore ancora maggiori rispetto a quelle che il Governo sta cercando di modificare in relazione ad altre convenzioni autostradali - spiega il Ministro - Anche se la vigilanza dell’Autorità di regolazione dei trasporti, che stiamo rafforzando, contribuirà a garantire l’equità e l’interesse pubblico. In tal senso, le osservazioni della Corte dei conti, secondo cui, tra l’altro, ‘il ricorso al partenariato pubblico-privato non solo non ha prodotto i vantaggi ritenuti suoi propri, ma ha reso, per lungo periodo, precaria e incerta la fattibilità dell’opera stessa’, confermano le perplessità sollevate in passato sull’opera. Dunque, il mio ministero approfondirà con attenzione le richieste di chiarimenti per la parte di propria competenza, ma al tempo stesso aspettiamo le controdeduzioni della Regione Veneto”.

“Ieri, anche in relazione a questo tema, ho incontrato i parlamentari e consiglieri regionali veneti del M5S, così come mi capita di ricevere e di ascoltare esponenti di altri partiti, vedi il caso del Ponte di San Michele sull’Adda. Ho avuto modo di apprezzare il loro lavoro, attento e approfondito, di sentinelle rispetto ai tanti dossier infrastrutturali che interessano un’area di fondamentale importanza per il Paese”, conclude Toninelli.