Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/244: AUSTRALIA E SUD AFRICA OPEN, DEBACLE AZZURRA

Italiani sottotono negli ultimi due tornei prima delle festività


TREVISO - Due tornei di rilievo dell’European Tour, prima di una breve pausa.  Ad Albany, New Providence, organizzato in combinata tra European Tour e PGA of Australia, si è giocato l’Isps Anda. sul percorso del Royal Pines (par 72) a Benowa, nel Queensland. Montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I dati sugli incidenti stradali nella Marca nel 2017

UNA VITTIMA DELLA STRADA SU TRE HA PIÙ DI 65 ANNI

L'allarme dell'Aci: "Diversi anziani non conoscono la nuova segnaletica"


TREVISO - L’età che avanza tradisce i guidatori trevigiani. Oltre un terzo delle vittime della strada, nella Marca ha più di 65 anni. Nel 2017, gli incidenti stradali mortali in provincia, sono diminuiti: 52 persone hanno perso la vita, rispetto alle 64 dell’anno precedente, con un calo del 18,8%. Un andamento in controtendenza con la media nazionale in crescita di 3 punti. Dei decessi su scala provinciale, tuttavia, 20 hanno riguardato ultra65enni.
Un dato da leggere in combinazione con un altro elemento: la principale causa di incidenti è il mancato rispetto della segnaletica stradale. Lo conferma anche Michele Beni, presidente provinciale dell’Aci, l’Automobile club d’Italia, che ha elaborato le statistiche.
Tra le altre ragioni per i 2.287 incidenti avvenuti nella Marca l’anno scorso, la distrazione alla guida, la distanza di sicurezza non adeguata, la velocità elevata. Non sembrano influire, invece, le condizioni meteo, visto che nell’86% dei casi il cielo era sereno. Il mese peggiore è stato novembre. Smentite invece le stragi del sabato sera: dal mercoledì alla domenica il tasso di incidentalità è simile, le ore più a rischio vanno dalle 10 alle 17.
In questo periodo gli automobilisti devono fare anche i conti con i limiti al traffico imposti dalle ordinanze anti- smog nei comuni maggiori. Assodata la necessità di ridurre l’inquinamento atmosferico, i vertici provinciali dell’Aci non mancano di puntualizzare come la principale causa delle emissioni di polveri sottili e altre sostanze inquinanti sia da addebitare a impianti di riscaldamento e fumi industriali.