Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/281: LE PROMESSE DEL GOLF EUROPEO FEMMINILE A VILLA CONDULMER

La padovana Benedetta Moresco trionfa all'Internazionale under 18


MOGLIANO VENETO - È il secondo anno consecutivo che Golf Villa Condulmer ospita questo importante campionato, l’Internazionale femminile under 18; da qui, spunteranno le future Campionesse del Tour europeo. Ben dodici le nazioni partecipanti, oltre all'Italia: Austria, Belgio, Croazia,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/280: OMEGA MASTERS, UN CLASSICO TRA LE ALPI

Nove gli italiani al torneo dell'European Tour


CRANS MONTANA (SVIZZERA) - L’Omega Masters è uno dei tornei classici dell’European Tour. La storia di questo torneo, seppur con diverso nome (all’epoca Swiss Open), risale al 1905. È la tappa svizzera del tour europeo del golf maschile professionistico, in cui si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/279: MCILROY TRIONFA NEL TOUR CHAMPIONSHIP

Il nordirlandese si aggiudica la FedEx Cup e il jackpot da 15 miloni di dollari


ATLANTA (USA) - Siamo all’ultimo atto del Tour FedEx Cup, che tiene impegnati gli appassionati nel mese di agosto, con i tre tornei: è iniziato con il Northern Trust disputato nel New Jersey, poi si è giocato il BMW Championship nell’Illinois, tocca ora al terzo, il Tour...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I dati sugli incidenti stradali nella Marca nel 2017

UNA VITTIMA DELLA STRADA SU TRE HA PIÙ DI 65 ANNI

L'allarme dell'Aci: "Diversi anziani non conoscono la nuova segnaletica"


TREVISO - L’età che avanza tradisce i guidatori trevigiani. Oltre un terzo delle vittime della strada, nella Marca ha più di 65 anni. Nel 2017, gli incidenti stradali mortali in provincia, sono diminuiti: 52 persone hanno perso la vita, rispetto alle 64 dell’anno precedente, con un calo del 18,8%. Un andamento in controtendenza con la media nazionale in crescita di 3 punti. Dei decessi su scala provinciale, tuttavia, 20 hanno riguardato ultra65enni.
Un dato da leggere in combinazione con un altro elemento: la principale causa di incidenti è il mancato rispetto della segnaletica stradale. Lo conferma anche Michele Beni, presidente provinciale dell’Aci, l’Automobile club d’Italia, che ha elaborato le statistiche.
Tra le altre ragioni per i 2.287 incidenti avvenuti nella Marca l’anno scorso, la distrazione alla guida, la distanza di sicurezza non adeguata, la velocità elevata. Non sembrano influire, invece, le condizioni meteo, visto che nell’86% dei casi il cielo era sereno. Il mese peggiore è stato novembre. Smentite invece le stragi del sabato sera: dal mercoledì alla domenica il tasso di incidentalità è simile, le ore più a rischio vanno dalle 10 alle 17.
In questo periodo gli automobilisti devono fare anche i conti con i limiti al traffico imposti dalle ordinanze anti- smog nei comuni maggiori. Assodata la necessità di ridurre l’inquinamento atmosferico, i vertici provinciali dell’Aci non mancano di puntualizzare come la principale causa delle emissioni di polveri sottili e altre sostanze inquinanti sia da addebitare a impianti di riscaldamento e fumi industriali.