Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oltre 130 veicoli controllati in Strada Ovest a Treviso

SENZA PATENTE PER AVER PROVOCATO UN INCIDENTE, CONTINUAVA A GUIDARE

Fermato dalla Polstrada sabato notte


TREVISO - Aveva la patente sospesa a tempo indeterminato per essere stato coinvolto in un incidente e non si era mai presentato alla prevista visita per riottenere l’idoneità. Ciò nonostante continuava ha continuato a guidare come se nulla fosse, almeno fino allo scorso sabato notte, quando la Polizia stradale di Treviso l’ha fermato.
E’ solo uno dei guidatori fuori norma sorpresi dagli agenti durante i controlli attuati nel fine settimana, in viale della Repubblica. Ben 130 i veicoli, con a bordo 140 persone, che dalle località limitrofe si dirigevano verso il centro città, verificati dagli uomini della Stradale tra le 22 e le 4 della mattina successiva, nell’ambito delle operazioni per prevenire le stragi del sabato sera.
Tre gli automobilisti sorpresi al volante con tasso alcolemico tra 0,75 e 1,29 mg/l, per i quali sono scattati il ritiro e la sospensione della patente da tre mesi a un anno, oltre alle previste multe. Due di costoro, con i tassi più elevati, sono anche stati segnalati alla magistratura.
Sei le persone che con i loro comportamenti hanno insospettito i poliziotti e, per questo, sono state sottoposte al controllo con precursore per droga. Per tre di esse, l’apposito tampone salivare è effettivamente risultato positivo, in due casi, per cannabis, in un altro per cocaina. Il precursore ora dovrà essere confermato da ulteriori analisi. Fortunatamente, le persone positive, visitate dal medico presente ai test, non hanno evidenziato sintomatologie tali da farle e in stato di alterazione alla guida, il che avrebbe comportato un risvolto penale. Tuttavia, questi risultati mostrano un presumibile consumo domestico di stupefacenti sicuramente troppo diffuso. Nel solo anno 2017, a fronte di 75 persone sottoposte dalla Polstrada al precursore per le sostanze stupefacenti, ben 12 sono risultate positive anche al test di laboratorio di conferma.
Non è mancato il “furbetto” che viaggiava senza aver provveduto ad assicurare il veicolo, per questo, oltre alla sanzione amministrativa, è scattato anche il sequestro del mezzo. Piuttosto frequente anche la violazione dell’obbligo dell’uso delle cinture di sicurezza, tre invece gli automobilisti colti al telefono durante la guida. Nel complesso, durante questa tornata di controlli, gli operatori della Polstrada trevigiana hanno effettuato anche altre contestazioni per oltre mille euro.