Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oltre 130 veicoli controllati in Strada Ovest a Treviso

SENZA PATENTE PER AVER PROVOCATO UN INCIDENTE, CONTINUAVA A GUIDARE

Fermato dalla Polstrada sabato notte


TREVISO - Aveva la patente sospesa a tempo indeterminato per essere stato coinvolto in un incidente e non si era mai presentato alla prevista visita per riottenere l’idoneità. Ciò nonostante continuava ha continuato a guidare come se nulla fosse, almeno fino allo scorso sabato notte, quando la Polizia stradale di Treviso l’ha fermato.
E’ solo uno dei guidatori fuori norma sorpresi dagli agenti durante i controlli attuati nel fine settimana, in viale della Repubblica. Ben 130 i veicoli, con a bordo 140 persone, che dalle località limitrofe si dirigevano verso il centro città, verificati dagli uomini della Stradale tra le 22 e le 4 della mattina successiva, nell’ambito delle operazioni per prevenire le stragi del sabato sera.
Tre gli automobilisti sorpresi al volante con tasso alcolemico tra 0,75 e 1,29 mg/l, per i quali sono scattati il ritiro e la sospensione della patente da tre mesi a un anno, oltre alle previste multe. Due di costoro, con i tassi più elevati, sono anche stati segnalati alla magistratura.
Sei le persone che con i loro comportamenti hanno insospettito i poliziotti e, per questo, sono state sottoposte al controllo con precursore per droga. Per tre di esse, l’apposito tampone salivare è effettivamente risultato positivo, in due casi, per cannabis, in un altro per cocaina. Il precursore ora dovrà essere confermato da ulteriori analisi. Fortunatamente, le persone positive, visitate dal medico presente ai test, non hanno evidenziato sintomatologie tali da farle e in stato di alterazione alla guida, il che avrebbe comportato un risvolto penale. Tuttavia, questi risultati mostrano un presumibile consumo domestico di stupefacenti sicuramente troppo diffuso. Nel solo anno 2017, a fronte di 75 persone sottoposte dalla Polstrada al precursore per le sostanze stupefacenti, ben 12 sono risultate positive anche al test di laboratorio di conferma.
Non è mancato il “furbetto” che viaggiava senza aver provveduto ad assicurare il veicolo, per questo, oltre alla sanzione amministrativa, è scattato anche il sequestro del mezzo. Piuttosto frequente anche la violazione dell’obbligo dell’uso delle cinture di sicurezza, tre invece gli automobilisti colti al telefono durante la guida. Nel complesso, durante questa tornata di controlli, gli operatori della Polstrada trevigiana hanno effettuato anche altre contestazioni per oltre mille euro.