Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Cherv˛ il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sfruttamento dei bambini, eccesso di pesticidi, utilizzo di cancerogeni. Ecco l'elenco dei beni importati da bandire

LA VERGOGNA A TAVOLA

L'analisi presentata da Coldiretti al Forum di Cernobbio


TREVISO. Il made in Italy esporta prodotti buoni, sani e e belli, ma l’Italia non può e non deve importare prodotti rischiosi per la nostra saluta o creati calpestando i diritti di migliaia di persone, prodotti brutti e cattivi”. Il presidente di Coldiretti Giorgio Polegato si innoridisce di fronte al dato che il 20 % dei cibi stranieri che arrivano in Italia sono “fuorilegge” perché non rispettano le stesse garanzie vigenti a livello nazionale in materia di lavoro, ambiente e salute. E’ quanto è emerso da un’analisi della Coldiretti presentata al Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione di Cernobbio dove è stata apparecchiata la tavola della vergogna con i prodotti alimentari dall’estero sotto accusa per sfruttamento dei lavoratori, pericoli per la salute e utilizzo di sostanze chimiche dannose all’ambiente.

 

LA VERGOGNA A TAVOLA
  Cacao dalla Costa d’Avorio: sfruttamento lavoro minorile
  Riso da Vietnam sfruttamento lavoro minorile

  Agrumi della Turchia: sfruttamento lavoro minorile
  Zucchero di canna della Columbia: sfruttamento lavoro minorile

  Fiori dell’Equador: sfruttamento lavoro minorile

  Carne in Brasile: lavori forzati

  Pesce in Thailandia: lavori forzati

  Banane coltivate in Equador: impiego eccessivo di pesticidi

  Ananas del Costarica: impiego eccessivo di pesticidi

  Pesce ed i molluschi dal Vietnam: contaminati da metalli pesanti

  Pistacchi dall’Iran: aflatossine cancerogene spesso sopra il limiti

  Nocciole e fichi secchi dalla Turchia: aflatossine cancerogene spesso sopra il limiti

  Fragole dall’Egitto: impiego eccessivo di pesticidi

  Lenticchie dal Canada: trattati con erbicida glifosato in preraccolta vietato in Italia

  Riso dalla Birmania: espropriato alla minoranza dei Rohingya vittima di genocidio