Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Spettacolo venerdi alla Chiesa di San Nicolò

A TREVISO IL CORO PIU' GRANDE D'ITALIA

250 voci che canteranno per l'associazione "Around Us Onlus"


TREVISO. Si estende fino alla Sierra Leone l’abbraccio corale dell’orchestra vocale più numerosa d’Italia  che si esibirà in uno spettacolare concerto venerdi 26 ottobre alle ore 20.30 nella Chiesa di San Nicolò di Treviso. Sono oltre 10 mila le vittime di Ebola nell’Africa Occidentale. Soprattutto in Sierra Leone dove dal 2012 opera l’Associazione “Around Us Onlus” con Padre Maurizio Boa, con Padre Mario Zarantonello e con Padre Gianni Zanni dell’Ordine dei Giuseppini del Murialdo. In Sierra Leone, l’associazione fondata nel 2012 per volontà del gruppo Sogedin di Monastier, ha contribuito a dare dignità e vita alla popolazione africana ridotta allo stremo dalla fame e dalle guerre. Ha costruito tre scuole primarie, una scuola superiore, una chiesa, un ambulatorio punto nascite, tre pozzi, due magazzini per i prodotti agricoli, due mulini per la lavorazione del riso, e poi, cosa molto nobile, le missioni mediche. Quattro volte all'anno, grazie al coordinamento del presidente il dottor Massimo Dal Bianco, dal Veneto partono missioni sanitarie composte da medici e ausiliari per andare in Sierra Leone a curare queste sfortunate persone.  In più fa assistenza per la malnutrizione dei bambini e porta avanti un progetto di sport con fine riabilitativo e di integrazione per ragazzi che coinvolti nelle guerre per i diamanti, sono amputati di braccia o gambe.La Big Vocal Orchestra è la più grande formazione vocale d’Italia, un enorme coro che sorprende per l’effetto imponente della quantità di voci, coinvolge il pubblico per la scelta del repertorio – con brani di grande impatto emotivo, dal pop al gospel, da colonne sonore di film a celebri brani di musical- e conquista per l’effetto scenico delle coreografie che accompagnano i brani. La Big Vocal Orchestra con le sue 250 voci è una potenza capace di muovere il pubblico non solo emotivamente. E’ un vero e proprio fenomeno musicale di portata nazionale al 100% made in Venezia. L’unico coro amatoriale inserito nel cartellone di un teatro nazionale come il Teatro Goldoni di Venezia, e che anche quest’anno, per il 5° anno consecutivo, sarà protagonista di ben tre repliche natalizie consecutive in cartellone il 22 e 23 dicembre 2018. Cuore pulsante di questa realtà musicale è la figura del direttore Marco Toso Borella, poliedrico artista muranese che esprime il suo talento creativo in molteplici forme, dalla musica, alla pittura, alla ricerca storica, alla scrittura. Di professione pittore e incisore su vetro nella continuità di antiche tradizioni familiari, le sue opere sono pezzi unici di grande valore, presenti in collezioni internazionali. Una sua Via Crucis in vetro è esposta nella Basilica dei Ss Maria e Donato a Murano. E’ scrittore di romanzi (il più celebre “Venezia Impossibile” è stato trasposto in versione cinematografica e presentato nell’ambito della Mostra Internazionale Cinematografica di Venezia, di un altro “Padroni e pedine: scacchi a chi?” ha curato la trasposizione teatrale interpretando lui stesso il protagonista dello spettacolo). E’ Direttore, Cantante, Coreografo e Arrangiatore nelle formazioni corali “Big Vocal Orchestra” e “Vocal Skyline”. E’ ricercatore storico, fine conoscitore della storia di Murano. A curare la direzione artistica del progetto insieme a Marco Toso Borella è Cristina Pustetto, che cura la regia e l’organizzazione degli spettacoli e di tutta l’attività dell’associazione culturale Penelope che gestisce le formazioni corali dei Vocal Skyline e della Big Vocal Orchestra. Il coordinamento musicale è del pianista Giacomo Franzoso. Ad accompagnare il coro alcune emozionanti voci soliste.