Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La moglie l'ha trovato incosiente a letto

NUOVO CASO DI MENINGITE, GRAVE 46ENNE A TREVISO

Ricoverato da stamattina in rianimazione


TREVISO - Un 46enne trevigiano è ricoverato in gravi condizioni  all'ospedale di Treviso per meningite da pneumococco. Secondo quanto reso noto dalla Direzione sanitaria dell'Ulss 2 “Marca trevigiana”, questa mattin la moglie del paziente ha allertato il Suem stamane, dopo aver trovato il consorte in stato di incoscienza a letto. Ieri sera aveva accusato febbre, mal di testa e mal d’orecchi. Sospettando un’otite, aveva assunto delle gocce contro il dolore e si era coricato. Giunto al Ca' Foncello è stato subito trasferito in rianimazione, dove si trova tuttora.
Nel giro di qualche ora dal ricovero l’unità Operativa di Microbiologia ha identificato il batterio causa delle meningite: come detto, si tratta di pneumococco.
Questo tipo di meningite, a differenza di altre forme, non dà origine a focolai epidemici. Per questo motivo non richiede nemmeno interventi di profilassi antibiotica sui familiari e i contatti stretti.