Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il livello del Piave cresce di 40 centrimetri ogni ora

PONTE DI PIAVE, CHIUSO IL PONTE

Il sindaco inviata i residenti a salire ai piani alti. Area golenale evacuata nella notte



TREVISO -
Il livello del Piave fa paura. Il fiume continua a crescere ad una media di 40 centrimetri ogni ora. Il colmo della piena è atteso tra le 11 e mezzogiorno a Ponte di Piave. L'acqua ha già raggiunto l'altezza del ponte sulla ferrovia che è stato chiuso questa mattina, bloccati tutti i treni da e per Treviso. Alle 10 è arrivata l'ordinanza che prevede la chiusura immediata anche del Ponte sul Piave. La decisione dovuta anche alla necessita di avere strade libere per eventuali situazioni di emergenza. Dopo la chiusura del by pass a Ponte della Priula, la Marca è sempre più divisa in due. Al momento restano aperti solamenti i ponte sul Piave a Maserada, Cimadolmo e quello di Vidor.  L'area golenale dei comuni rivieraschi è stata sgombrata ieri sera e le mille persone che hanno abbandonato le proprie abitazioni sono state ospitate da parenti o in alloggi messi a disposizioni dai sindaci presso palestre e sale comunali. Il sindaco di San Biagio di Callalta invita tutti i residenti delle abitazioni in prossimità degli argini a salire ai piani superiori delle case perchè c'è il pericolo che l'ondata di piena possa rompere gli argini. Il comune di Maserada fa sapere che la piena inizialmente prevista per le 6 del mattino ora viene ipotizzata tra le 10,30 e le 11.