Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il livello del Piave cresce di 40 centrimetri ogni ora

PONTE DI PIAVE, CHIUSO IL PONTE

Il sindaco inviata i residenti a salire ai piani alti. Area golenale evacuata nella notte



TREVISO -
Il livello del Piave fa paura. Il fiume continua a crescere ad una media di 40 centrimetri ogni ora. Il colmo della piena è atteso tra le 11 e mezzogiorno a Ponte di Piave. L'acqua ha già raggiunto l'altezza del ponte sulla ferrovia che è stato chiuso questa mattina, bloccati tutti i treni da e per Treviso. Alle 10 è arrivata l'ordinanza che prevede la chiusura immediata anche del Ponte sul Piave. La decisione dovuta anche alla necessita di avere strade libere per eventuali situazioni di emergenza. Dopo la chiusura del by pass a Ponte della Priula, la Marca è sempre più divisa in due. Al momento restano aperti solamenti i ponte sul Piave a Maserada, Cimadolmo e quello di Vidor.  L'area golenale dei comuni rivieraschi è stata sgombrata ieri sera e le mille persone che hanno abbandonato le proprie abitazioni sono state ospitate da parenti o in alloggi messi a disposizioni dai sindaci presso palestre e sale comunali. Il sindaco di San Biagio di Callalta invita tutti i residenti delle abitazioni in prossimità degli argini a salire ai piani superiori delle case perchè c'è il pericolo che l'ondata di piena possa rompere gli argini. Il comune di Maserada fa sapere che la piena inizialmente prevista per le 6 del mattino ora viene ipotizzata tra le 10,30 e le 11.