Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La porefettura non esclude lo sgombero del nosocomio

DIECIMILA UTENZE SENZA CORRENTE, PRONTO IL PIANO PER EVACUARE L'OSPEDALE DI MOTTA

La piena del Livenza attesa nel tardo pomeriggio


MOTTA DI LIVENZA. E' prevista per il tardo pomeriggio l'ondata di piena del Livenza. I sindaci dei comuni rivieraschi hanno già fatto evacuare le aree golenali mentre il Centro coordinamento soccorsi allestito presso la Prefettura di Treviso fa sapere che non si esclude lo sgombero dell'ospedale di Motta di Livenza per il quale il 118 ha comunque attivato la pianificazione di emergenza. I vigili del fuoco e le componenti del sistema provinciale di protezione civile hanno attivato il dispositivo di soccorso ed intervento adeguato agli scenari di rischio previsto. I black out in tutta la provincia riguardano in questo momento circa 10mila utenze. L'Enel ha attivato le procedure per la riattivazione che potrebbero richiedere svariate ore di attesa. L'ondata di piena sul Piave sta transitando proprio in questo momento. Il livello dell'acqua ha raggiunto il ponte ferroviario chiuso da stamattina, il livello del fiume sta leggermente cresscendo ma le previsioni dicono che nelle prossime ore potrebbe calare. Il ponte è chiuso al traffico dalle 10 e tutti i sindaci hanno invitato i residenti nelle aree vicino agli argini a salire ai piani alti delle abitazioni.