Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Fondo speciale riservato alle aziende colpite dalla calamità

MALTEMPO: LA CAMERA DI COMMERCIO METTE 150 MILA EURO

Il Presindente Pozza non esclude ulteriori stanziamenti


TREVISO. Nel corso della prossima giunta camerale convocata per venerdì 9 novembre, la Camera di Commercio di Treviso – Belluno indirà un bando di 150mila euro riservato alle imprese colpite dalle recenti calamità atmosferiche per sostenere e facilitare la ripresa delle attività aziendali produttive.

E’ un primo sostegno – afferma il Presidente Pozzache vuole dimostrare la vicinanza del mondo delle imprese e della sua espressione amministrativa rappresentata dall’Ente camerale.

Ho già sentito le associazioni di categoria invitandole a rendersi parti attive per stabilire un bilancio dei danni delle zone più colpite ed individuare insieme le modalità di attuazione per aiutare prontamente il ripristino alla normalità. Valutata la portata dei danni, si potrà considerare un ulteriore stanziamento di fondi.

In un momento così difficile di accesso al credito sono certo – conclude il Presidente - che sia importante l’aiuto di tutti verso le imprese danneggiate per un evento atmosferico così eccezionale.