Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/237: L'OPEN D'ITALIA DEI CAMPIONI PARALIMPICI

Lo svedese Joakim Björkman si conferma imbattibile


CREMA - Sotto l’egida di EDGA (European Disabled Golf Association), si è giocata a Crema la 18esima edizione del torneo italiano per giocatori disabili, aperta a tutte le tipologie di disabilità. Il torneo, appena concluso, si è giocato sulla distanza di trentasei buche,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Partita combattuta, Treviso la vince in difesa

IL DERBY VENETO VA ALLA DE LONGHI: 75-66

Grandi Imbrò e Uglietti, due punti di platino


TREVISO - Torna a vincere la De Longhi, e lo fa nel derby veneto a spese della Tezenis. Non proprio spettacolari i primi quattro minuti di gioco, con entrambe le squadre che litigano con il ferro. Wayns apre il match e Tessitori su assist di Burnett è libero di appoggiare a canestro il +4 TVB (6-2). Le qualità da oltre l’arco della Scaligera compensano le diverse palle perse in attacco. Amato e Candussi vanno a bersaglio e segnano il primo vantaggio ospite (8-10). Con le polveri bagnate da oltre l’arco, TVB preferisce il gioco in penetrazione. Imbrò ne è un ottimo esecutore: lascia sul posto Udom e realizza con fallo il nuovo vantaggio trevigiano (13-10). Il capitano gialloblu Amato è caldissimo (8 pt) dai 6,75, cosi come il solito Matteo Imbrò, ormai definito “l’uomo dell’ultimo tiro”, che muove la retina e chiude il quarto sul 16-17. Il secondo quarto inizia con Verona che non sta a guardare gli errori in attacco di TVB. La coppia play della Tezenis Amato-Ferguson in un amen allunga il divario chiuso da Ikangi, che costringe coach Menetti a chimare time-out (20-27). Riorganizzate le idee e aumentata l’intensità difensiva, la De’Longhi si scrolla la tensione che l’aveva “bloccata” in questa prima fase di match. Ad innescare la miccia ci pensa Maalik Wayns, cedendo poi la fiaccola a Burnett che colpisce per due volte consecutive per il pareggio (32-32). Preso il ritmo, i ragazzi di coach Menetti non si fermano e sempre con la coppia americana completano il maxi parziale di 14-2 che vale il +4 a metà partita (40-34). Al rientro dall’intervallo le parti si invertono, la prima bomba di Henderson accende la spia rossa che indica il pericolo di un imminente ritorno della Scaligera (43-39), che ben presto diventa un vero campanello d’allarme perché il parziale di 15-4 riporta avanti gli ospiti che conducono così per 47 a 51. Coach Menetti cerca il leader in campo per tornare in partita e Matteo Imbrò risponde presente, sia in difesa che in attacco. È ovunque! Proprio il numero 12 di TVB strappa dalle mani di Candussi il pallone che sarà poi splendidamente servito al liberissimo Chillo per il -2 (51-53). L’inerzia della gara cambia, il Palaverde spinge il quintetto trevigiano al sorpasso che avviene con la tripla di Uglietti prima che Alviti chiuda il terzo quarto (60-57). One man show è senz’ombra di dubbio Matteo Imbrò, il vero man of the match del derby, ma è tutta la squadra che è tornata a giocare con grande sintonia. Chillo lotta come un leone sotto alle plance ed è suo il canestro con fallo che sentenzia la fine delle ostilità. A prevalere è stata l’energia mostrata da TVB per tutti e quaranta i minuti contro una Scaligera che, oltre al gioco tre punti, non ha trovato molte soluzioni efficaci nei propri lunghi.

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – TEZENIS VERONA 75-66
DE’ LONGHI: Tessitori 2 (1/3, 0/1), Burnett 16 (6/9, 1/4), Alviti 10 (5/7, 0/4), Wayns 13 (2/6, 3/6), Imbrò 16 (3/7, 2/6), Epifani (0/1, 0/1), Chillo 9 (3/4, 0/2), Uglietti 7 (2/7, 1/1), Lombardi 2 (1/2, 0/1). N.e.: Sarto, Barbante, Tomassini. All.: Menetti.
TEZENIS: Ferguson 12 (2/6, 2/5), Amato 19 (1/3, 5/8), Candussi 11 (4/6, 1/4), Henderson 5 (1/3, 1/1), Maspero (0/1 da 3), Udom 9 (3/10, 0/2), Quarisa 2 (1/1 d 2), Severini 6 (1/2, 1/3), Ikangi 2 (1/1, 0/1). N.e.: Dieng All.: Dalmonte
ARBITRI: Noce, Centonza, Patti
NOTE: pq 16-17, sq 38-34, tq. Tiri liberi: TV 8/10, VR 8/14. Rimbalzi: TV 14+30 (Alviti 4+5), VR 6+26 (Candussi 3+7). Assist: TV 14 (Imbrò 4), VR 9 (Ferguson 3). Fallo antisportivo: Dominez Burnett (25’ 02’’). Fallo tecnico: Andrea Amato (31’ 15’’). Infortunio: Andrea Epifani (12’ 23’’). Spettatori: 4322

Gli altri risultati:

OraSì Ravenna-Unieuro Forlì          78-75
 Lavoropiù BO-Pompea MN             87-73
 Hertz Cagliari-Baltur Cento            76-87
 Assigeco PC-Gsa Udine                 65-73
 XL Montegranaro-Bakery PC          62-73
 Le Naturelle Imola-Bondi FE           73-62
 Roseto Sharks-Termoforgia Jesi     86-57

La classifica  
           
 Lavoropiù BO      12   Bakery PC         6
 XL Montegranaro 10   Imola               6
 Unieuro Forlì        8   Assigeco PC       4
 De'Longhi TV       8   Pompea Mantova 4
 Baltur Cento        8   Tezenis Verona   4
 Bondi Ferrara      6   Roseto Sharks    4
 OraSì Ravenna     6   T.Forgia Jesi       2
 GSA Udine          6   Hertz Cagliari       2