Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Polizia arresta un romeno con diversi precedenti alle spalle

PESTATO A SANGUE DA DUE STRANIERI

Trevigiano 60enne aggredito al Foro Boario


TREVISO - Avevano fatto le ore piccole insieme, in tutta tranquillità, fino a quando, all’alba, si è scatenata la violenza: un 60enne di Treviso è stato pestato a sangue da due stranieri e lasciato dolorante nel parcheggio di via Castello d’amore.
E’ stato lo stesso 60enne, intorno alle 6 di mattina di domenica, a chiamare il 113: i poliziotti della Volante l’hanno trovato con il volto tumefatto e sanguinante e due denti spaccati da un pugno. Agli agenti l’uomo ha raccontato che la sera prima aveva incontrato due immigrati e con loro aveva trascorso la nottata. Intorno alle 5 il terzetto si era fermato nell’area di sosta dei camper, al Foro Boario, per fumare una sigaretta. I due stranieri gli hanno chiesto di accompagnarli fuori città e, al suo rifiuto, l’hanno aggredito rubandogli portafoglio, telefonino e le chiavi della sua auto, con cui se ne sono andati. La vettura, un’Alfa Romeo, è stata ritrovata alcune ore dopo in un fossato, a Carbonera. Nel frattempo, erano cominciate le ricerche dei due aggressori, esaminando anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza. Uno dei due è stato individuato e fermato in centro. Si tratta di un romeno di 30anni, con diversi precedenti. A inizio ottobre era stato denunciato per ricettazione, perché sorpreso ad armeggiare con una bicicletta di elevato valore, risultata rubata. Nei primi mesi del 2018 aveva danneggiato un distributore automatico di sigarette, cercando poi anche di manomettere le telecamere.
Portato in Questura, gli è stato trovato in tasca un telefono Nokia corrispondente a quello sottratto al 60enne. Il romeno è stato dunque arrestato per rapina aggravata e condotto al carcere di Santa Bona, in attesa del processo per direttissima.