Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIŁ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tantissimi professionisti si sono messi a disposizione

LA PROTEZIONE CIVILE DI TREVISO IN AIUTO DEL BELLUNESE

I volontari controlleranno la frana del Tessina in Alpago


TREVISO - Da ieri e fino a domenica, i volontari della Protezione Civile di Treviso saranno impegnati nel monitoraggio della frana del Tessina, nel comune di Chies d’Alpago.
Gli operatori, coordinati dal responsabile tecnico Andrea Saccone, si sono resi disponibili sin da subito per aiutare le popolazioni colpite dall’ondata di maltempo dell’ultima settimana. In particolare, la situazione della frana del Tessina è stata complicata ulteriormente dalle forti piogge che hanno rimesso in moto il più grande smottamento conosciuto in Europa (circa 4 milioni di metri cubi). Il coordinamento regionale della Protezione Civile ha così deciso di impiegare la sezione trevigiana nel monitoraggio – anche mediante il posizionamento di alcuni sensori – di quest’area delicatissima con tre volontari (più altri due che partiranno dalla sede di via Santa Barbara per la fornitura delle attrezzature necessarie).
Nel frattempo, è scattata la solidarietà dei cittadini per dare una mano alle forze impegnate nei soccorsi: «Negli ultimi giorni ho ricevuto tantissime telefonate da parte di professionisti della città e dei comuni vicini, fra i quali architetti, ingegneri e tecnici, che desideravano mettere a disposizione le proprie competenze e i propri strumenti per affrontare l’emergenza - afferma Andrea Saccone -. I trevigiani stanno dimostrando di un avere un cuore grande e di voler aiutare concretamente le popolazioni del bellunese e del feltrino. Inoltre, ci ha fatto molto piacere vedere come la cittadinanza sia tornata a considerare la Protezione Civile come un punto di riferimento».
Il sindaco di Treviso Mario Conte, che negli ultimi giorni è rimasto in contatto con il “collega” bellunese Jacopo Massaro, domani pomeriggio raggiungerà i volontari a Chies D’Alpago: «Questi ragazzi stanno dimostrando grande generosità e forza d’animo e lavorano anche di notte per garantire la sicurezza delle popolazioni che stanno già vivendo giorni drammatici - le parole del primo cittadino -. Inoltre, verrà presentata dalla maggioranza una mozione per stabilire e attuare ogni forma di aiuto concreto in favore delle popolazioni colpite, nei modi e nelle forme ritenute più utili».