Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/302: FRATELLO E SORELLA IN GARA NELLO STESSO TORNEO

All'Isps Handa Open in Australia in contemporanea field maschile e femminile


AUSTRALIA - Siamo al terzo torneo stagionale del Ladies PGA Tour: l'Isps Handa Vic Open realizzato in collaborazione con Australian Ladies Professional Golf, in programma sui due percorsi del 13th Beach Golf Links (Beach Course, e Creek Course), in Australia. a Geelong nello Stato del Victoria. In...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/301: SAUDI INTERNATIONAL NEL SEGNO DI G-MAC

Graeme McDowell conquista la tappa in Arabia Saudita dell'European Tour


EDDA - Siamo in Arabia Saudita, al Royal Greens King Abdullah Economic City, vicino a Gedda, polemizzata sede della Supercoppa Juve - Milan del 16 gennaio scorso. Alcuni grandi Campioni hanno rinunciato a giocare, nonostante che oltre ai premi in palio, avrebbero ricevuto rilevanti premi di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/300: PRIMA VITTORIA DA PRO PER L'EX CALCIATORE LUCA HERBET

L'australiano si impone a sorpresa nel Dubai Desert Classic


DUBAI - Concluso il Championship di Abu Dhabi, l’European Tour è rimasto ancora negli Emirati Arabi Uniti, per la disputa dell’Omega Dubai Desert Classic. Si gioca sul percorso dell’Emirates GC, a Dubai, con sei italiani in campo: Edoardo Molinari, Andrea Pavan, Renato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'intervento finanziato dall'associazione Round Table

TORNA A RISPLENDERE UN AFFRESCO DELLA CHIESA DI SAN NICOLÒ

Restaurato il San Michele che combatte contro Satana


L'affresco prima del restauroTREVISO - Torna a nuova luce il "San Michele Arcangelo che combatte contro Satana” su una delle colonne del tempio di San Nicolò a Treviso. L’affresco del XIV secolo è opera di un artista della scuola di Tommaso da Modena è stato sottoposto ad un attento restauro: sarà salutato domani alle 17, con un incontro pubblico nella chiesa, alla presenza di autorità civili e religiose e di funzionari della competente Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio (partecipazione libera e gratuita).
L’operazione di recupero è stata finanziata dall’associazione Round Table 35 di Treviso insieme alla Round Table Italia in collaborazione con il FAI Giovani e il sostegno di Studio Partes, Dall’Armelina e Fortex ed è stata realizzata dalla restauratrice trevigiana Benedetta Lopez Bani. L’affresco ha così potuto ritrovare la luminosità perduta nei secoli: oltre all’inclemenza del tempo, infatti, il dipinto ha dovuto anche fare i conti con un vero e proprio “uso liturgico” dimostrato dai segni risultato di una battitura prolungata con particolare accanimento nella figura del diavolo, il cui volto è stato completamente abraso e rovinato irrimediabilmente.
L’affresco, scelto alla Round Table 35 di Treviso per la sua sua particolare raffinatezza ed intensità, fu restaurato nel 1997 da Memi Botter, ma in molte zone i ritocchi si presentavano ormai imbruniti e ossidati rispetto alle tonalità della materia pittorica originale: Benedetta Lopez Bani ha provveduto alla delicata pulitura della superficie pittorica e all’eliminazione di materiali che per composizione e conformazione avrebbero potuto costituire nuova causa di degrado, ed ha anche proceduto ad un selettivo ritocco pittorico eseguito ad acquerello su indicazione della Soprintendenza, per accompagnare e far convivere il tessuto pittorico trecentesco con i rifacimenti storicizzati del restauro Botter.
La Round Table è un'organizzazione no profit internazionale, nata nel 1926 in Inghilterra, dedicata ai giovani lavoratori, professionisti, dirigenti, imprenditori, uomini d'affari e di cultura che si impegnano a svolgere al meglio le rispettive attività, condividendo determinati valori. La sua principale finalità è quella di favorirne l'incontro, promuovendone l'amicizia, le intese personali e iniziative di carattere filantropici a sostegno di realtà territoriali e non solo. Tratto caratteristico della Round Table è l'età dei suoi soci che, decadono da tale qualità al compimento del quarantesimo anno di età.