Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/286: L'OPEN D'ITALIA PER LA PRIMA VOLTA PARLA AUSTRIACO

All'Olgiata si impone Bernd Wiesberger, sotto tono Chicco Molinari


ROMA - Eccoci giunti al più grande appuntamento italiano dell’anno con il Golf: la 76esima edizione dell’OPEN D’ITALIA. A ospitarla è l’Olgiata Golf Club di Roma,nel percorso di gara, par 71, su quei terreni dove pascolava Ribot; un Open da gustare dalla...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/285: JON RAHM PROFETA IN PATRIA

L'iberico trionfa per la seconda volta nell'Open di Spagna


MADRID - L’European Tour arriva in Spagna, fa tappa al Club de Campo di Madrid, dove si disputa il Mutuactivos Open de España, una settimana prima dell’evento italiano. Sette sono gli azzurri in gara, tutti tesi a trovare il ritmo da dimostrarepoi a Roma, per l’Open...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/284: TURKISH AIRLINES CUP, RAFFINATA PROMOZIONE SPORTIVA

La tappa veneta del torneo voluto dalla compagnia aerea


ASOLO -  Una raffinata giornata, questo torneo di Golf amatoriale. È la tappa veneziano del Campionato che Turkish Airlines promuove nei quattro Continenti. È di qualificazione, introduttivo al gran finale che verrà disputato a Belek, in Turchia, dal prossimo sabato 2 alla...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'intervento finanziato dall'associazione Round Table

TORNA A RISPLENDERE UN AFFRESCO DELLA CHIESA DI SAN NICOLÒ

Restaurato il San Michele che combatte contro Satana


L'affresco prima del restauroTREVISO - Torna a nuova luce il "San Michele Arcangelo che combatte contro Satana” su una delle colonne del tempio di San Nicolò a Treviso. L’affresco del XIV secolo è opera di un artista della scuola di Tommaso da Modena è stato sottoposto ad un attento restauro: sarà salutato domani alle 17, con un incontro pubblico nella chiesa, alla presenza di autorità civili e religiose e di funzionari della competente Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio (partecipazione libera e gratuita).
L’operazione di recupero è stata finanziata dall’associazione Round Table 35 di Treviso insieme alla Round Table Italia in collaborazione con il FAI Giovani e il sostegno di Studio Partes, Dall’Armelina e Fortex ed è stata realizzata dalla restauratrice trevigiana Benedetta Lopez Bani. L’affresco ha così potuto ritrovare la luminosità perduta nei secoli: oltre all’inclemenza del tempo, infatti, il dipinto ha dovuto anche fare i conti con un vero e proprio “uso liturgico” dimostrato dai segni risultato di una battitura prolungata con particolare accanimento nella figura del diavolo, il cui volto è stato completamente abraso e rovinato irrimediabilmente.
L’affresco, scelto alla Round Table 35 di Treviso per la sua sua particolare raffinatezza ed intensità, fu restaurato nel 1997 da Memi Botter, ma in molte zone i ritocchi si presentavano ormai imbruniti e ossidati rispetto alle tonalità della materia pittorica originale: Benedetta Lopez Bani ha provveduto alla delicata pulitura della superficie pittorica e all’eliminazione di materiali che per composizione e conformazione avrebbero potuto costituire nuova causa di degrado, ed ha anche proceduto ad un selettivo ritocco pittorico eseguito ad acquerello su indicazione della Soprintendenza, per accompagnare e far convivere il tessuto pittorico trecentesco con i rifacimenti storicizzati del restauro Botter.
La Round Table è un'organizzazione no profit internazionale, nata nel 1926 in Inghilterra, dedicata ai giovani lavoratori, professionisti, dirigenti, imprenditori, uomini d'affari e di cultura che si impegnano a svolgere al meglio le rispettive attività, condividendo determinati valori. La sua principale finalità è quella di favorirne l'incontro, promuovendone l'amicizia, le intese personali e iniziative di carattere filantropici a sostegno di realtà territoriali e non solo. Tratto caratteristico della Round Table è l'età dei suoi soci che, decadono da tale qualità al compimento del quarantesimo anno di età.