Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La proposta è del PD di Treviso

MALTEMPO: "L'IMU AI COMUNI COLPITI DAL DISASTRO"

Zorzi: "Affrontiamo l'emergenza con il Federalismo"


TREVISO. “Per aiutare le comunità colpite nelle nostre province a risollevarsi subito, serve il coraggio di un’iniziativa seriamente federale da parte del governo di Roma”. Incalza così il segretario provinciale del PD di Treviso Giovanni Zorzi. “Lasciamo perdere per un momento le chiacchiere e gli orpelli cerimoniali di un’autonomia che al momento è solo nelle parole di Zaia e del Ministro Stefani. Ai nostri territori devastati dalla furia degli eventi servono risorse immediate da gestire autonomamente. Non possiamo permetterci il lusso di aspettare che il Governo impieghi mesi per adottare un decreto come quello per il ponte Morandi o che concluda le faticose trattative con la BEI e con l’Unione Europea”.

Continua Zorzi: “Per questa ragione ci sentiamo di rilanciare con forza la proposta che abbiamo già presentato alla nostra conferenza programmatica di inizio ottobre e che in queste ore sta avendo seguito tra gli amministratori locali: lo Stato centrale lasci i proventi di tutta l’IMU ai Comuni, in modo che possano impiegarli in autonomia per far fronte alle priorità e ai bisogni imposti dalle devastazioni di questi giorni”.

“Sappiamo che i proventi dell’IMU non bastano a ripristinare la normalità di quei territori, stiamo però parlando di somme che permetterebbero alle amministrazioni di affrontare le situazioni più urgenti in un’ottica di programmazione sul medio-lungo periodo” - precisa Silvano Piazza, responsabile finanza locale della Segreteria Provinciale del PD di Treviso - “se assumiamo, per esempio, che per i prossimi 10 anni Comuni come S. Biagio, Maserada o Segusino, giusto per stare nei confini della nostra provincia, possono contare su questi soldi, è evidente che sarebbero subito nelle condizioni di organizzare interventi di ripristino della sicurezza del loro territorio, dalla pulizia dell’alveo alla sistemazione degli argini fino ai più complessi progetti di riqualificazione urbanistica per tutte le loro zone golenali”.

“Stiamo parlando di una tassa comunale, come dice il nome stesso,– conclude Zorzi – in linea di principio è giusto che resti ai Comuni, a maggior ragione ora che si trovano in condizioni di grave emergenza. Applicare soluzioni federaliste in questa situazione è insomma una questione di buon senso che forse la Lega, presa com’è dalla sua svolta sovranista, non è più in grado di cogliere”.