Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/263: IL VICENTINO MIGLIOZZI MIGLIOR AZZURRO AL CHINA OPEN

A Shenzen il finlandese Korhonen si impone al playoff sul francese Hebert


SHENZEN - Sono ben quattro gli azzurri che partecipano al Volvo China Open, evento dell’Asian Tour e dell’European Tour, in programma a Shenzhen, al Tradition at Wolong Valley, di Chengdu in Cina. È Il venticinquesimo anniversario di questo torneo, che significa scadenza molto...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/20: GOLF CLUB CASTELFALFI

Tra le colline del Chianti, il paesaggio fa dimenticare anche le difficoltà tecniche


CASTELFALFI - Si arriva a Castelfalfi, località ignota ai più, percorrendo le luminose colline del Chiantigiano che riservano splendidi scorci. Siamo a Montaione, nei pressi dei borghi di San Gimignano e di Volterra, e Castelfalfi è un piccolo villaggio medievale arroccato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/262: LA PRIMA VOLTA DEL MASTERS IN ROSA

Sfida tra le migliori 72 dilettanti sul mitico Augusta National


AUGUSTA - Si tratta di un evento storico per il golf femminile: per la prima volta il Masters in rosa.A giocare all’Augusta National, il mitico percorso voluto da Bobby Jones, sono le migliori 72 dilettanti del mondo. Tra loro, quattro azzurre: Virginia Elena Carta, Caterina Don, Alessandra...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il dipendente di una asl abruzzese aveva scritto su Facebook

"MARCITE CON I VOSTRI ALBERI", LA REGIONE QUERELA PER IL POST

La giunta regionale ha deciso di procedere in sede civile e penale


VENEZIA. Aveva postato alcune frasi choc contro i veneti colpiti dal maltempo. Il dipendente di una asl abruzzese aveva scritto frasi come: "Se fosse per me vi farei marcire insieme al legno delle vostre foreste abbattute", alludento anche al referendum sull'autonomia votato lo scorso anno. Frasi che adesso avranno uno strascico giudiziario. Nella sua prossima seduta, la Giunta Veneta formalizzerà l’incarico all'avvocatura regionale di procedere sia in sede civile che penale contro l’autore del post. 

"Le espressioni e l’atteggiamento del loro autore - secondo la giunta veneta - manifestano un intento ingiurioso e diffamatorio". La Regione Veneto sottolinea che le frasi del dipendente dell’Asl facevano riferimento anche "al cammino in atto per il conseguimento di una maggiore autonomia amministrativa per il Veneto".