Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/241: MOLINARI NUMERO UNO IN EUROPA

A Dubai conclusa la stagione del circuito continentale


DUBAI - Sul percorso dello Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, si gioca l’ultima gara stagionale, il DP World Tour Championship, che va a concludere la “Race to Dubai”, con un montepremi di otto milioni di dollari. Sono ammessi i primi sessanta della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il dipendente di una asl abruzzese aveva scritto su Facebook

"MARCITE CON I VOSTRI ALBERI", LA REGIONE QUERELA PER IL POST

La giunta regionale ha deciso di procedere in sede civile e penale


VENEZIA. Aveva postato alcune frasi choc contro i veneti colpiti dal maltempo. Il dipendente di una asl abruzzese aveva scritto frasi come: "Se fosse per me vi farei marcire insieme al legno delle vostre foreste abbattute", alludento anche al referendum sull'autonomia votato lo scorso anno. Frasi che adesso avranno uno strascico giudiziario. Nella sua prossima seduta, la Giunta Veneta formalizzerà l’incarico all'avvocatura regionale di procedere sia in sede civile che penale contro l’autore del post. 

"Le espressioni e l’atteggiamento del loro autore - secondo la giunta veneta - manifestano un intento ingiurioso e diffamatorio". La Regione Veneto sottolinea che le frasi del dipendente dell’Asl facevano riferimento anche "al cammino in atto per il conseguimento di una maggiore autonomia amministrativa per il Veneto".