Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/318: SI TORNA A GIOCARE AL CHARLES SCHWAB CHALLENGE

Riparte il Pga Tour con un field da grandi occasioni


FORT WORTH (USA) - Era tempo, i professionisti mordevano il freno! Si gioca al Colonial National Invitation Tournament, che per sponsorizzazione dal 2019 si chiama Charles Schwab Challenge. È un torneo di golf del PGA Tour, che ogni anno, a maggio, ha luogo presso il Colonial Country, a Fort...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il deputato leghista Racchella propone lezioni sull'emigrazione italiana

LE STORIE DEI MIGRANTI STUDIATE A SCUOLA, IL MODELLO VENETO SI ALLARGA

In Veneto esiste già un protocollo tra Regione e Ufficio scolastico


VENEZIA. “Introdurre nella scuola primaria e secondaria lo studio dell’emigrazione italiana per consentire alle generazioni più giovani di approfondire, in chiave diversa e innovativa, tanti argomenti correlati e avere così una consapevolezza maggiore di questo tema”. Questo l’obiettivo della proposta di legge del deputato bassanese della Lega, Germano Racchella, componente della Commissione Cultura Scienza e Istruzione di Montecitorio.
“Dalla storia alla geografia, dalla politica ai temi sociali, dall'economia alla letteratura: la mia proposta - spiega Racchella in una nota, - si ispira alle ottime esperienze di approfondimento scolastico già avvenute in Veneto sulla migrazione regionale. Qui, in tutte le scuole di ogni ordine e grado, si studierà la storia dell’emigrazione veneta come previsto dal protocollo di intesa tra Regione Veneto, Ufficio scolastico regionale e le sette associazioni venete per l’emigrazione: a partire dal prossimo anno scolastico ad insegnanti e studenti saranno proposti interventi di approfondimento, incontri con i testimoni e lezioni di storia per comprendere il fenomeno migratorio che ha interessato il Veneto a partire dagli ultimi tre decenni dell’Ottocento fino al secondo Dopoguerra. Si calcola che gli emigranti veneti e i loro discendenti siano almeno 5 milioni, tanti quanti i residenti nello stesso Veneto. Molti di loro hanno conservato lingua, cultura, tradizioni e un forte legame con la terra d’origine. Promuovere la conoscenza e lo studio del fenomeno migratorio e delle sue ricadute è dunque anche un atto di omaggio al coraggio e all’intraprendenza di chi è partito e un modo per tenere vivi i legami con chi si sente ancora italiano, pur avendo messo radici in altri paesi e altre culture”.