Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Mamma con passeggino immortalata dalle telecamere di un ufficio postale

ASILO TRUFFATO, IL VIDEO SMASCHERA GLI AUTORI

Indagini per verificare altri casi di raggiri


TREVISO. Avevano convinto il responsabile di un asilo trevigiano che i soldi ricevuti dall'Ufficio Scolastico Regionale dovevano essere restituiti, non fosse stato così il ministero avrebbe bloccato tutti gli altri fondi destinati alla scuola. Una cifra che doveva essere restituita attraverso un bonifico su un numero di tessera poste pay. Il responsabile dell'asilo dopo aver fatto il versamento e atteso un pò di mesi si è insospettito e si è rivolto alla polizia. Sono quindi scattate le indagi che hanno visto i poliziotti ricostruire i flussi percorsi dal denaro. I soldi venivano di fatto trasferiti su una tessera attivata in un ufficio postale di Torino. A riscuotere la cifra era una insospettabile signora che si recava allo sportello con il passeggino dove c'era il figlioletto di pochi mesi. Indagini successive hanno stabilito che ad architettare il raggiro è stato il copagno della donna e che per comunicare usava schede telefoniche intestate a cittadini stranieri. Una perquisizione a casa della coppia ha permesso agli investigatori di ritrovare tessere e cellulari usati per la truffa. Ora sono in corso indagini per accertare eventuali altri casi di raggiri sempre ai danni di asili o istituto religiosi in tutta italia.