Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Mamma con passeggino immortalata dalle telecamere di un ufficio postale

ASILO TRUFFATO, IL VIDEO SMASCHERA GLI AUTORI

Indagini per verificare altri casi di raggiri


TREVISO. Avevano convinto il responsabile di un asilo trevigiano che i soldi ricevuti dall'Ufficio Scolastico Regionale dovevano essere restituiti, non fosse stato così il ministero avrebbe bloccato tutti gli altri fondi destinati alla scuola. Una cifra che doveva essere restituita attraverso un bonifico su un numero di tessera poste pay. Il responsabile dell'asilo dopo aver fatto il versamento e atteso un pò di mesi si è insospettito e si è rivolto alla polizia. Sono quindi scattate le indagi che hanno visto i poliziotti ricostruire i flussi percorsi dal denaro. I soldi venivano di fatto trasferiti su una tessera attivata in un ufficio postale di Torino. A riscuotere la cifra era una insospettabile signora che si recava allo sportello con il passeggino dove c'era il figlioletto di pochi mesi. Indagini successive hanno stabilito che ad architettare il raggiro è stato il copagno della donna e che per comunicare usava schede telefoniche intestate a cittadini stranieri. Una perquisizione a casa della coppia ha permesso agli investigatori di ritrovare tessere e cellulari usati per la truffa. Ora sono in corso indagini per accertare eventuali altri casi di raggiri sempre ai danni di asili o istituto religiosi in tutta italia.