Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/318: SI TORNA A GIOCARE AL CHARLES SCHWAB CHALLENGE

Riparte il Pga Tour con un field da grandi occasioni


FORT WORTH (USA) - Era tempo, i professionisti mordevano il freno! Si gioca al Colonial National Invitation Tournament, che per sponsorizzazione dal 2019 si chiama Charles Schwab Challenge. È un torneo di golf del PGA Tour, che ogni anno, a maggio, ha luogo presso il Colonial Country, a Fort...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Mamma con passeggino immortalata dalle telecamere di un ufficio postale

ASILO TRUFFATO, IL VIDEO SMASCHERA GLI AUTORI

Indagini per verificare altri casi di raggiri


TREVISO. Avevano convinto il responsabile di un asilo trevigiano che i soldi ricevuti dall'Ufficio Scolastico Regionale dovevano essere restituiti, non fosse stato così il ministero avrebbe bloccato tutti gli altri fondi destinati alla scuola. Una cifra che doveva essere restituita attraverso un bonifico su un numero di tessera poste pay. Il responsabile dell'asilo dopo aver fatto il versamento e atteso un pò di mesi si è insospettito e si è rivolto alla polizia. Sono quindi scattate le indagi che hanno visto i poliziotti ricostruire i flussi percorsi dal denaro. I soldi venivano di fatto trasferiti su una tessera attivata in un ufficio postale di Torino. A riscuotere la cifra era una insospettabile signora che si recava allo sportello con il passeggino dove c'era il figlioletto di pochi mesi. Indagini successive hanno stabilito che ad architettare il raggiro è stato il copagno della donna e che per comunicare usava schede telefoniche intestate a cittadini stranieri. Una perquisizione a casa della coppia ha permesso agli investigatori di ritrovare tessere e cellulari usati per la truffa. Ora sono in corso indagini per accertare eventuali altri casi di raggiri sempre ai danni di asili o istituto religiosi in tutta italia.