Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/337: L'INGLESE MCGOWAN RE DEL 77° OPEN D'ITALIA

Migliore degli azzurri il vicentino Guido Migliozzi


POZZOLENGO - Giunge alla 77esima edizione l'Open d'Italia, massima rassegna del golf tricolore, nonché una delle più antiche dell’European Tour. Si gioca a porte chiuse allo Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo, splendido percorso che si estende attorno ad...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Mamma con passeggino immortalata dalle telecamere di un ufficio postale

ASILO TRUFFATO, IL VIDEO SMASCHERA GLI AUTORI

Indagini per verificare altri casi di raggiri


TREVISO. Avevano convinto il responsabile di un asilo trevigiano che i soldi ricevuti dall'Ufficio Scolastico Regionale dovevano essere restituiti, non fosse stato così il ministero avrebbe bloccato tutti gli altri fondi destinati alla scuola. Una cifra che doveva essere restituita attraverso un bonifico su un numero di tessera poste pay. Il responsabile dell'asilo dopo aver fatto il versamento e atteso un pò di mesi si è insospettito e si è rivolto alla polizia. Sono quindi scattate le indagi che hanno visto i poliziotti ricostruire i flussi percorsi dal denaro. I soldi venivano di fatto trasferiti su una tessera attivata in un ufficio postale di Torino. A riscuotere la cifra era una insospettabile signora che si recava allo sportello con il passeggino dove c'era il figlioletto di pochi mesi. Indagini successive hanno stabilito che ad architettare il raggiro è stato il copagno della donna e che per comunicare usava schede telefoniche intestate a cittadini stranieri. Una perquisizione a casa della coppia ha permesso agli investigatori di ritrovare tessere e cellulari usati per la truffa. Ora sono in corso indagini per accertare eventuali altri casi di raggiri sempre ai danni di asili o istituto religiosi in tutta italia.