Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Fermato dalla Polizia locale, multa di 400 euro

"DIMENTICA" LA REVISIONE DELLA SUA MOTO PER NOVE VOLTE

Trevigiano non ha mai fatto controllore la sua Kawasaki in 30 anni


TREVISO - Una moto tenuta a puntino. Talmente in ordine che, B. C., 57enne di Treviso, deve aver pensato che, per la sua Kawasaki 750 del 1987, la revisione fosse addirittura superflua. Ieri, però, il motociclista è stato fermato da una pattuglia della Polizia Locale di Treviso per un normale controllo, durante il quale è stata riscontrata una maxi irregolarità: il motoveicolo, infatti, non era mai stato sottoposto alla revisione. Di fatto, l’uomo aveva “saltato” il controllo obbligatorio per ben nove volte. Una dimenticanza - si fa per dire - costata 400 euro di sanzione amministrativa e la sospensione del mezzo fino alla revisione che, stavolta, non sarà procrastinabile.
"È sempre opportuno verificare la data di scadenza della revisione - ricorda il Comandante della Polizia Locale, Maurizio Tondato - Non solo per evitare pesanti sanzioni ma, soprattutto, per garantire la sicurezza propria e di tutti gli altri utenti della strada. Inoltre, i sistemi di rilevazione targhe sono in grado di intercettare automaticamente i veicoli non assicurati e non revisionati: la probabilità di essere sottoposti ad un controllo mirato è altissima".