Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il volontariato della Marca continua nei progetti di inclusione sociale

GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE, L'ALLARME DI VOLONTARINSIEME TREVISO

Colpa dei tagli al fondo nazionale per il prossimo anno


TREVISO - Sono all’opera nelle biblioteche e negli uffici dei Comuni, nei progetti con i bambini o nell’assistenza agli anziani, ai disabili, ai poveri. Sono 240 ragazzi dai 18 ai 28 anni impegnati nel servizio civile in provincia di Treviso. Dal prossimo anno però, rischiano di essere la metà o meno. Il fondo nazionale per il bando del 2019, infatti, è stato dimezzato dalla nuova Legge di bilancio. A lanciare l’allarme è Alberto Franceschini, presidente di Volontarinsieme- Csv Treviso, l’organismo di coordinamento delle associazioni di volontariato della Marca
Non è l’unica fonte di preoccupazione, per il mondo del volontariato trevigiano. Un altro fronte riguarda la possibilità che le attività svolte da molte associazioni in convenzione con i Comuni del territori debbano essere messe a gara pubblica.
Sul tema dei rapporti tra terzo settore e pubbliche amministrazioni, il Csv ha organizzato anche un seminario, il 17 novembre, primo di una serie di tre incontri di approfondimento.
Pur nelle difficoltà, Volontarinsieme, insieme alle associazioni, continua a portare avanti diversi progetti. Tra i tanti, Stacco, servizio di trasporto sociale, che in provincia, ha percorso 190mila km e trasportato 4.500 utenti, grazie a 27 autisti volontari.
Oppure il Progetto Vicinanza prossimità sostegno, in collaborazione con Ebicom, l’ente bilaterale del terziario provinciale: nel 2018, 28 lavoratori del comparto, licenziati, stanno ricevendo un’integrazione al sussidio di disoccupazione in cambio di 40 ore mensili da svolgere in associazioni di volontariato. O ancora il Ria, percorsi destinati a persone in condizioni di forte difficoltà, segnalate dagli uffici sociali dei Comuni, come ricorda Alessia Crespan, operatrice del Csv Treviso.