Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il bilancio di missione dell'associazione in Veneto

OLTRE 9MILA BAMBINI E RAGAZZI CURATI DALLA NOSTRA FAMIGLIA

A Conegliano si sperimentano robot per la riabilitazione


TREVISO - Oltre 9mila persone, soprattutto bambini e adulti, seguiti da 566 operatori e da circa 400 volontari. La Nostra Famiglia, anche in Veneto, dove è arrivata 50 anni fa, una ventina dopo la sua fondazione in provincia di Varese, si conferma realtà riconosciuta a livello internazionale nel campo del trattamento, della cura e dell'assistenza delle disabilità dell'età evolutiva e dei disturbi del comportamento. 
A Conegliano, il suo polo scientifico di eccellenza, l'Ircss Eugenio Medea, ha in corso 13 progetti di ricerca in svariati campi: dalle neuroscienze riabilitative alla psicopatologia dello sviluppo, dalla neurobiologia alla bioingegneria, oltre ad essere struttura di riferimento regionale per l’epilessia e per il cosiddetto Adha (il Disturbo da deficit di attenzione e iperattività). In particolare, i ricercatori si stanno concentranto sulla sperimentazione di nuove tecnologie  robotiche per la riabiltazione motoria: esoscheletri e sistemi isocinetici per sostenere gli arti, ma anche telecamere ad alta velocità e sensori per ricostruire in 3D i movimenti di braccia e gambe, come spiega il responsabile scientifico, Andrea Martinuzzi.
L'associazione ha presentato il suo bilancio di missione a Treviso: nel capoluogo della Marca è attiva dal 1973 e in provincia conta altre quattro sedi a Conegliano, Pieve di Soligo, Oderzo e Mareno di Piave, a cui se ne aggiungono altre tre nel resto del Veneto, a Padova, Vicenza e San Donà. Nel 2017 queste le strutture hanno preso in carico 7.898 pazienti in forma extraospedaliera (ambulatoriale, diurna, residenziale…), mentre 1.570 bambini, ragazzi e giovani adulti sono stati ricoverati nel polo coneglianese: più di uno su cinque proviene da fuori regione.