Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il bilancio di missione dell'associazione in Veneto

OLTRE 9MILA BAMBINI E RAGAZZI CURATI DALLA NOSTRA FAMIGLIA

A Conegliano si sperimentano robot per la riabilitazione


TREVISO - Oltre 9mila persone, soprattutto bambini e adulti, seguiti da 566 operatori e da circa 400 volontari. La Nostra Famiglia, anche in Veneto, dove è arrivata 50 anni fa, una ventina dopo la sua fondazione in provincia di Varese, si conferma realtà riconosciuta a livello internazionale nel campo del trattamento, della cura e dell'assistenza delle disabilità dell'età evolutiva e dei disturbi del comportamento. 
A Conegliano, il suo polo scientifico di eccellenza, l'Ircss Eugenio Medea, ha in corso 13 progetti di ricerca in svariati campi: dalle neuroscienze riabilitative alla psicopatologia dello sviluppo, dalla neurobiologia alla bioingegneria, oltre ad essere struttura di riferimento regionale per l’epilessia e per il cosiddetto Adha (il Disturbo da deficit di attenzione e iperattività). In particolare, i ricercatori si stanno concentranto sulla sperimentazione di nuove tecnologie  robotiche per la riabiltazione motoria: esoscheletri e sistemi isocinetici per sostenere gli arti, ma anche telecamere ad alta velocità e sensori per ricostruire in 3D i movimenti di braccia e gambe, come spiega il responsabile scientifico, Andrea Martinuzzi.
L'associazione ha presentato il suo bilancio di missione a Treviso: nel capoluogo della Marca è attiva dal 1973 e in provincia conta altre quattro sedi a Conegliano, Pieve di Soligo, Oderzo e Mareno di Piave, a cui se ne aggiungono altre tre nel resto del Veneto, a Padova, Vicenza e San Donà. Nel 2017 queste le strutture hanno preso in carico 7.898 pazienti in forma extraospedaliera (ambulatoriale, diurna, residenziale…), mentre 1.570 bambini, ragazzi e giovani adulti sono stati ricoverati nel polo coneglianese: più di uno su cinque proviene da fuori regione.