Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualità
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, È 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/338: ALL'ASOLO GOLF IL TROFEO CA' DEL POGGIO

Evento tra sport, musica e convilità, con star Mal dei Primitives


SAN PIETRO DI FELETTO - Una partita di Golf coronata da una gustosissima serata. Centoquattro hanno partecipato alla gara: musicisti, cantanti o semplicemente amanti della musica, al seguito di Paul Bradley Couling, in arte Mal dei Primitives. Era la tappa finale del Challenge AICMG,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ufficiale l'addio a Gumirato: all'ex dg buonuscita da 1,3 milioni lordi

ASCOPIAVE, NEI PRIMI NOVE MESI RICAVI IN CRESCITA

Calano, però, margini e utili del gruppo di Pieve di Soligo


PIEVE DI SOLIGO - Ricavi in crescita, ma utile in frenata. Luci e ombre nel bilancio dei primi nove mesi del 2018, per Ascopiave.
Il gruppo dell'energia di Pieve di Soligo ha chiuso il terzo trimestre dell'anno con ricavi consolidati a 402,8 milioni di euro, rispetto ai 377,3 milioni registrati nello stesso periodo dell'esercizio precedente, con un aumento del 6,8%.
L’incremento del fatturato, spiega una nota dell'azienda, è determinato principalmente dai ricavi per vendite di gas (più 15,9 milioni), dai maggiori ricavi di vendita dell’energia elettrica (8,4 milioni), dai ricavi per vendite di materia prima (più 7,3 milioni) e dall’inserimento in bilancio delle nuove società acquisite (per 5 milioni). Questi aumenti sono stati parzialmente compensati dai minori ricavi iscritti per il conseguimento degli obblighi di risparmio energetico (pari a meno 11,8 milioni).
In calo, però, la redditività: Il margine operativo lordo al terzo trimestre si attesta a 57,5 milioni, contro i 58,9 milioni del 2017. Si contrae anche l’utile netto consolidato, passato a 31,3 milioni a fronte dei 33,6 milioni registrati a settembre 2017 (quasi sette punti in meno). La posizione finanziaria netta, pari a 86,5 milioni, è invece in miglioramento rispetto alla fine dell’anno scorso, così come il rapporto debito/patrimonio netto, allo 0,20, si conferma tra i migliori del settore.
“I numeri dei primi nove mesi del 2018 confermano la qualità del disegno industriale implementato dal gruppo e la resilienza della nostra struttura, capace di assorbire con reattività l’effetto di componenti straordinarie importanti – commenta il presidente Nicola Cecconato -. I risultati mostrano ancora un equilibrio economico-finanziario eccellente, ai vertici del settore, riflesso della capacità del gruppo di valorizzare strategicamente i propri asset, per uno sviluppo efficace dei business in cui opera.
Diventa operativa la risoluzione del contratto con il direttore generale Roberto Gumirato: l'ex manager, nel frattempo assunto dalla Came di Dosson, tra premi e indennità, riceverà una buonuscita di 1,3 milioni di euro lordi.