Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'assise in programma giovedì e venerdì a Monastier

SOLO IL 13% DEI NEOSSUNTI IN VENETO HA UN POSTO STABILE

Lavoro al centro del congresso regionale della Cgil


MONASTIER - Su 110mila nuovi posti di lavoro creati in Veneto tra il 2014 e il 2017, solo uno su quattro (poco più di 29mila in totale) è a tempo indeterminato. E nei primi sei mesi del 2018 i nuovi contratti stabili rappresentano non più del 13% del saldo occupazionale complessivo, trasformazioni da altre forme contrattuali comprese.
Insomma, nelle industrie venete aumentano laureati e tecnici (più 9.730 dall’inizio della crisi), a fronte di un crollo di oltre 46mila operai e 1.470 dirigenti. Però la gran parte delle nuove assunzioni sono a termine o in forme precarie. Il tema della qualità del lavoro, naturalmente, sarà al centro del dibattito del congresso della Cgil veneta, in programma giovedì e venerdì a Monastier di Treviso.
Al congresso parteciperanno 365 delegati, in rappresentanza degli oltre 400mila iscritti (cresciuti del 13% tra gli attivi nell’ultimo anno). Sono stati eletti in un lungo percorso di 4.500 assemblee di base e un centinaio di congressi delle categorie territoriali e regionali e delle camere del lavoro provinciale.
In apertura dei lavori, verrà proiettato un filmato sul disastroso maltempo abbattutosi in Veneto nei giorni scorsi. Al di là della doverosa vicinanza alle popolazioni colpite, la scelta è motivata dalla volontà di lanciare un messaggio preciso, ricorda il segretario veneto Cristian Ferrari, sull''urgenza di un piano di investimenti per la sicurezza idrogeologica ed ambientale del territorio.
A concludere l’assise, venerdì, l’intervento del segretario nazionale della Cgil, Susanna Camusso.