Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/264: PIERO TARUFFI, L'"UOMO FRECCIA"

Un evento alla Montecchia celebra l'ingegnere- pilota


PADOVA - Atleti, piloti, e Vip al Golf della Montecchia, sabato 25 maggio, a celebrare Piero Taruffi, la “Volpe argentata”. L’evento, nella sua terza edizione, intende essere una giornata di celebrazione dell’indimenticabile pilota. Ci sarà il concorso di eleganza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/263: IL VICENTINO MIGLIOZZI MIGLIOR AZZURRO AL CHINA OPEN

A Shenzen il finlandese Korhonen si impone al playoff sul francese Hebert


SHENZEN - Sono ben quattro gli azzurri che partecipano al Volvo China Open, evento dell’Asian Tour e dell’European Tour, in programma a Shenzhen, al Tradition at Wolong Valley, di Chengdu in Cina. È Il venticinquesimo anniversario di questo torneo, che significa scadenza molto...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/20: GOLF CLUB CASTELFALFI

Tra le colline del Chianti, il paesaggio fa dimenticare anche le difficoltà tecniche


CASTELFALFI - Si arriva a Castelfalfi, località ignota ai più, percorrendo le luminose colline del Chiantigiano che riservano splendidi scorci. Siamo a Montaione, nei pressi dei borghi di San Gimignano e di Volterra, e Castelfalfi è un piccolo villaggio medievale arroccato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'assise in programma giovedì e venerdì a Monastier

SOLO IL 13% DEI NEOSSUNTI IN VENETO HA UN POSTO STABILE

Lavoro al centro del congresso regionale della Cgil


MONASTIER - Su 110mila nuovi posti di lavoro creati in Veneto tra il 2014 e il 2017, solo uno su quattro (poco più di 29mila in totale) è a tempo indeterminato. E nei primi sei mesi del 2018 i nuovi contratti stabili rappresentano non più del 13% del saldo occupazionale complessivo, trasformazioni da altre forme contrattuali comprese.
Insomma, nelle industrie venete aumentano laureati e tecnici (più 9.730 dall’inizio della crisi), a fronte di un crollo di oltre 46mila operai e 1.470 dirigenti. Però la gran parte delle nuove assunzioni sono a termine o in forme precarie. Il tema della qualità del lavoro, naturalmente, sarà al centro del dibattito del congresso della Cgil veneta, in programma giovedì e venerdì a Monastier di Treviso.
Al congresso parteciperanno 365 delegati, in rappresentanza degli oltre 400mila iscritti (cresciuti del 13% tra gli attivi nell’ultimo anno). Sono stati eletti in un lungo percorso di 4.500 assemblee di base e un centinaio di congressi delle categorie territoriali e regionali e delle camere del lavoro provinciale.
In apertura dei lavori, verrà proiettato un filmato sul disastroso maltempo abbattutosi in Veneto nei giorni scorsi. Al di là della doverosa vicinanza alle popolazioni colpite, la scelta è motivata dalla volontà di lanciare un messaggio preciso, ricorda il segretario veneto Cristian Ferrari, sull''urgenza di un piano di investimenti per la sicurezza idrogeologica ed ambientale del territorio.
A concludere l’assise, venerdì, l’intervento del segretario nazionale della Cgil, Susanna Camusso.