Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/261: IL RITORNO DELLA TIGRE

Tiger Woods trionfa nel Mastersdi Augusta


AUGUSTA - Questo è il primo Major stagionale, il più ambito. Ha luogo nella consueta cornice dell’Augusta National, in Georgia, quel percorso tanto voluto dal mitico campione Bobby Jones. In Campo è presentela crema dei professionisti,i migliori giocatori del mondo, e tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/260: WGC, L'ÉLITE MONDIALE SI SFIDA IN MATCH PLAY

Vittoria a Kisner, ottimo terzo Francesco Molinari


AUSTIN (TEXAS) - È il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, le cui gare sono di livello inferiore solo ai major. Il WGC -Dell Technologies Match Play che si gioca in Texas sul percorso dell’Austin CC, è di spessore assoluto: nel field sono stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/259: AL VIA LA NUOVA STAGIONE DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Come di consueto l'Aigg apre il campionato 2019 al Marco Simone


ROMA - La primavera era già esplosa, quando siamo andati a Roma per l’avvio del tour dei giornalisti golfisti. Alla prima giornata di tappa, però, abbiamo preso la pioggia. Come di consueto, il primo incontro era al Marco Simone Golf & Country Club, alle porte di Roma, che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si riaccende il dibattito sui giochi dei ragazzini nei campielli

IN MONOPATTINO IN PIAZZA SAN MARCO, BIMBO MULTATO

Sanzione di 66 euro perchè correva tra i turisti


VENEZIA - Stava sfrecciando in piazza San Marco su un “acceleratore di velocità”. E per questo è stato sanzionato con una multa di 66 euro e 80 centesimi. Per chi non fosse addentro al linguaggio burocratico, il termine indica un monopattino.
Il trasgressore è un bambino veneziano di 5 anni, sorpreso dalla Polizia locale a zigzagare impunemente tra i turisti nei pressi della celeberrima basilica il 19 settembre scorso. La multa ovviamente è stata comminata al padre del piccolo. Anzi, secondo quanto spiegato dal Comune, sarebbe stato proprio il comportamento del genitore far scattare la sanzione raddoppiata, 50 euro più spese: l’uomo avrebbe continuato a ignorare gli inviti degli agenti a fermare il figlio, giustificandosi con l’essere residente a Venezia.
La notizia, trapelata solo ora, ha già rinfocolato il dibattito sulla possibilità per bambini e ragazzi di giocare in centro storico. Non più tardi di alcuni mesi fa aveva suscitato analogo scalpore la multa affibbiata ad un gruppo di giovanissimi intenti ad una partita di pallone in campo Pisani, davanti al Conservatorio. Da un lato, chi sostiene la necessità di far rispettare norme e regolamenti (in piazza San Marco è vietato entrare con veicoli di vario tipo, monopattini o acceleratori compresi), per di più un’area dall’immenso valore storico-artistico. Dall’altro chi contesta una blindatura che finisce per rendere invivibile la città, facendo notare, peraltro, come altrettanta severità non pare venir applicata alle frotte di venditori abusivi che quotidianamente staziona nel salotto più prestigioso di Venezia.