Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si riaccende il dibattito sui giochi dei ragazzini nei campielli

IN MONOPATTINO IN PIAZZA SAN MARCO, BIMBO MULTATO

Sanzione di 66 euro perchè correva tra i turisti


VENEZIA - Stava sfrecciando in piazza San Marco su un “acceleratore di velocità”. E per questo è stato sanzionato con una multa di 66 euro e 80 centesimi. Per chi non fosse addentro al linguaggio burocratico, il termine indica un monopattino.
Il trasgressore è un bambino veneziano di 5 anni, sorpreso dalla Polizia locale a zigzagare impunemente tra i turisti nei pressi della celeberrima basilica il 19 settembre scorso. La multa ovviamente è stata comminata al padre del piccolo. Anzi, secondo quanto spiegato dal Comune, sarebbe stato proprio il comportamento del genitore far scattare la sanzione raddoppiata, 50 euro più spese: l’uomo avrebbe continuato a ignorare gli inviti degli agenti a fermare il figlio, giustificandosi con l’essere residente a Venezia.
La notizia, trapelata solo ora, ha già rinfocolato il dibattito sulla possibilità per bambini e ragazzi di giocare in centro storico. Non più tardi di alcuni mesi fa aveva suscitato analogo scalpore la multa affibbiata ad un gruppo di giovanissimi intenti ad una partita di pallone in campo Pisani, davanti al Conservatorio. Da un lato, chi sostiene la necessità di far rispettare norme e regolamenti (in piazza San Marco è vietato entrare con veicoli di vario tipo, monopattini o acceleratori compresi), per di più un’area dall’immenso valore storico-artistico. Dall’altro chi contesta una blindatura che finisce per rendere invivibile la città, facendo notare, peraltro, come altrettanta severità non pare venir applicata alle frotte di venditori abusivi che quotidianamente staziona nel salotto più prestigioso di Venezia.