Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si riaccende il dibattito sui giochi dei ragazzini nei campielli

IN MONOPATTINO IN PIAZZA SAN MARCO, BIMBO MULTATO

Sanzione di 66 euro perchè correva tra i turisti


VENEZIA - Stava sfrecciando in piazza San Marco su un “acceleratore di velocità”. E per questo è stato sanzionato con una multa di 66 euro e 80 centesimi. Per chi non fosse addentro al linguaggio burocratico, il termine indica un monopattino.
Il trasgressore è un bambino veneziano di 5 anni, sorpreso dalla Polizia locale a zigzagare impunemente tra i turisti nei pressi della celeberrima basilica il 19 settembre scorso. La multa ovviamente è stata comminata al padre del piccolo. Anzi, secondo quanto spiegato dal Comune, sarebbe stato proprio il comportamento del genitore far scattare la sanzione raddoppiata, 50 euro più spese: l’uomo avrebbe continuato a ignorare gli inviti degli agenti a fermare il figlio, giustificandosi con l’essere residente a Venezia.
La notizia, trapelata solo ora, ha già rinfocolato il dibattito sulla possibilità per bambini e ragazzi di giocare in centro storico. Non più tardi di alcuni mesi fa aveva suscitato analogo scalpore la multa affibbiata ad un gruppo di giovanissimi intenti ad una partita di pallone in campo Pisani, davanti al Conservatorio. Da un lato, chi sostiene la necessità di far rispettare norme e regolamenti (in piazza San Marco è vietato entrare con veicoli di vario tipo, monopattini o acceleratori compresi), per di più un’area dall’immenso valore storico-artistico. Dall’altro chi contesta una blindatura che finisce per rendere invivibile la città, facendo notare, peraltro, come altrettanta severità non pare venir applicata alle frotte di venditori abusivi che quotidianamente staziona nel salotto più prestigioso di Venezia.