Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Venerdì a Treviso agenti e associazioni in piazza per sensibilizzare

STALKING E VIOLENZE SULLE DONNE, DENUNCE IN AUMENTO NELLA MARCA

La Polizia: "Le vittime si rivolgono a noi con meno difficoltà"


TREVISO - Diffondere una cultura del rispetto tra uomini e donne, per prevenire le violenze di genere. Ma anche creare una rete di ascolto e di sostegno efficiente e specializzata, per incoraggiare le vittime a denunciare e ad uscire da un tunnel di soprusi, spesso perpetrati tra le mura di casa, per mano di parenti, mariti, fidanzati o ex compagni.
Anche nella Marca la lotta contro la violenza sulle donne si sta intensificando. Finora nel 2018, il questore di Treviso ha emesso 9 ammonimento per violenze domestiche, rispetto ai 3 dell’intero 2017. E quelli per atti persecutori sono arrivati a 18, contro gli 11 dell’anno precedente.
Le statistiche, tuttavia, non vanno lette come un aumento preoccupante, quanto piuttosto come una positiva emersione di casi che, nel recente passato rimanevano sommersi, spiega Graziano Berria, dirigente della Divisione anticrimine della Polizia di Stato di Treviso.
Venerdì, dalla mattina, il camper della Polizia di Stato, con gli operatori specializzati, sarà in piazzetta Aldo Moro in centro a Treviso, per la campagna “Questo non è amore. L’iniziativa – programmata in occasione della Giornata internazionale sul tema, la domenica successiva – vedrà per la prima volta la partecipazione, accanto ai poliziotti, anche degli addetti di Telefono rosa e dell’apposito servizio di sostegno del Comune.
Nel 2017, il centro antiviolenza del Telefono rosa trevigiano ha ricevuto 285 segnalazioni, prendendo in carico 136 donne, l’80% italiane e in prevalenza con un’età tra 41 e 50 anni e, spesso, con titoli di studio medio-alti. La violenza, infatti, è purtroppo un fenomeno trasversale alle classi sociali, ribadisce Monica Inio, psicoterapeuta, responsabile della struttura.