Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il direttore generale dell'Ulss 2 mette a disposizione una struttura nel reparto malattie infettive

BATTERIO KILLER: AMBULATORIO PER I CASI SOSPETTI

Zaia: "Accertare la verità e tolleranza zero"


TREVISO. "Accertare la verità al più presto. Finchè ci sono io ci sarà tollerenza zero per chi ha commesso errori". Il governatore del Veneto Luca Zaia interviene dopo la bufera che ha investito la sanità del Veneto e i casi di batterio killer.

Fare chiarezza e accertare le responsabilità. Le stesse cose che chiedono i famigliari di Gianni de Lorenzi e Paolo Demo, il pensionato Trevigiano e l'anestesista di Vicenza morti a causa del Chimaera. Ma ci sono altre 4 vittime accerate in Veneto mentre i casi di pazienti contagiati sarebbero 18. La procura di Vicenza sta indagando per omicidio colposo e non è escluso che nelle prossime ore il pubblico ministero ordini il sequestro delle cartelle cliniche e quello del macchinario utilizzato durante l'operazione a cuore aperto di Paolo Demo. A Treviso per ora non esiste alcun fascicolo. I legali della famiglia del pensionato sono in attesa della perizia del loro medico legale per procedere alla causa civile. Non è escluso che successivamente anche la procura apra un'inchiesta. L'ipotesi di reato potrebbe essere la stessa di Vicenza: omicidio colposo. La commissione regionale che il ministero ha voluto il mese scorso sta nel frattempo completando lo screening di tutti gli interventi e i pazienti operati nelle cardiochirurgie del Veneto dal 2010 ad oggi. Migliaia di persone, alcune già decedute. Al Cà Foncello è già pronto un ambulatorio ad hoc per visitare i pazienti e sottoporli ai test. Prima di tutto l'emocultura, esame in grado di accertare la presenza del micobatterio Chimaera. I dirigenti non si sbilanciano ma potrebbero essere centinaia le persone richiamate.


Galleria fotograficaGalleria fotografica