Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/302: FRATELLO E SORELLA IN GARA NELLO STESSO TORNEO

All'Isps Handa Open in Australia in contemporanea field maschile e femminile


AUSTRALIA - Siamo al terzo torneo stagionale del Ladies PGA Tour: l'Isps Handa Vic Open realizzato in collaborazione con Australian Ladies Professional Golf, in programma sui due percorsi del 13th Beach Golf Links (Beach Course, e Creek Course), in Australia. a Geelong nello Stato del Victoria. In...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/301: SAUDI INTERNATIONAL NEL SEGNO DI G-MAC

Graeme McDowell conquista la tappa in Arabia Saudita dell'European Tour


EDDA - Siamo in Arabia Saudita, al Royal Greens King Abdullah Economic City, vicino a Gedda, polemizzata sede della Supercoppa Juve - Milan del 16 gennaio scorso. Alcuni grandi Campioni hanno rinunciato a giocare, nonostante che oltre ai premi in palio, avrebbero ricevuto rilevanti premi di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/300: PRIMA VITTORIA DA PRO PER L'EX CALCIATORE LUCA HERBET

L'australiano si impone a sorpresa nel Dubai Desert Classic


DUBAI - Concluso il Championship di Abu Dhabi, l’European Tour è rimasto ancora negli Emirati Arabi Uniti, per la disputa dell’Omega Dubai Desert Classic. Si gioca sul percorso dell’Emirates GC, a Dubai, con sei italiani in campo: Edoardo Molinari, Andrea Pavan, Renato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il direttore generale dell'Ulss 2 mette a disposizione una struttura nel reparto malattie infettive

BATTERIO KILLER: AMBULATORIO PER I CASI SOSPETTI

Zaia: "Accertare la veritą e tolleranza zero"


TREVISO. "Accertare la verità al più presto. Finchè ci sono io ci sarà tollerenza zero per chi ha commesso errori". Il governatore del Veneto Luca Zaia interviene dopo la bufera che ha investito la sanità del Veneto e i casi di batterio killer.

Fare chiarezza e accertare le responsabilità. Le stesse cose che chiedono i famigliari di Gianni de Lorenzi e Paolo Demo, il pensionato Trevigiano e l'anestesista di Vicenza morti a causa del Chimaera. Ma ci sono altre 4 vittime accerate in Veneto mentre i casi di pazienti contagiati sarebbero 18. La procura di Vicenza sta indagando per omicidio colposo e non è escluso che nelle prossime ore il pubblico ministero ordini il sequestro delle cartelle cliniche e quello del macchinario utilizzato durante l'operazione a cuore aperto di Paolo Demo. A Treviso per ora non esiste alcun fascicolo. I legali della famiglia del pensionato sono in attesa della perizia del loro medico legale per procedere alla causa civile. Non è escluso che successivamente anche la procura apra un'inchiesta. L'ipotesi di reato potrebbe essere la stessa di Vicenza: omicidio colposo. La commissione regionale che il ministero ha voluto il mese scorso sta nel frattempo completando lo screening di tutti gli interventi e i pazienti operati nelle cardiochirurgie del Veneto dal 2010 ad oggi. Migliaia di persone, alcune già decedute. Al Cà Foncello è già pronto un ambulatorio ad hoc per visitare i pazienti e sottoporli ai test. Prima di tutto l'emocultura, esame in grado di accertare la presenza del micobatterio Chimaera. I dirigenti non si sbilanciano ma potrebbero essere centinaia le persone richiamate.


Galleria fotograficaGalleria fotografica