Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Polizia locale di Treviso sequestra 3mila euro, telefoni, carte di credito e una patente falsa

SPACCIA COCAIANA IN ZONA STADIO, NIGERIANO ARRESTATO

Il 26enne godeva dello status di protezione internazionale


TREVISO - Più di tre mila euro in contanti, cocaina, telefoni cellulari, carte Postepay, un bilancino, droga in infusione e una patente falsa. E' quanto gli agenti della Polizia Locale di Treviso hanno trovato nell'abitazione, a San Liberale, di un nigeriano 26enne, con permesso di soggiorno per protezione sussidiaria.
Gli investigatori del Nucleo di Polizia giudiziaria della Municpale tenevano d'occhio lo straniero da alcune settimane: il giovane era solito spacciare cocaina nella zona dello stadio Tenni, in un bar e nella sala scommesse nei pressi del condominio “Treviso 64”.
Nella tarda serata di ieri, intorno alle 22.30, l'africano è stato visto cedere una dose ad un professionista di nazionalità italiana. Quest’ultimo, fermato e sentito dagli agenti, ha dichiarato di rifornirsi con regolarità dall'immigrato e di aver acquistato da lui circa 9mila euro di sostanza stupefacente nell’ultimo anno.
I vigili urbani hanno dunque bloccato il nigeriano e, grazie all’unità cinofila, hanno rinvenuto nella sua auto altre dosi di cocaina nascoste negli altoparlanti. L’acclarata attività di spaccio ha fatto scattare la perquisizione della casa dove l'uomo viveva, ospite di alcuni connazionali: qui sono stati trovati 3.450 euro in contanti, 18 dollari, telefoni cellulari, due carte Postepay (il cui contenuto è in corso di verifica), sostanza da taglio, materiale per il confezionamento in dosi e una bottiglia di gin con un’infusione di fiori di marijuana. Lo spacciatore è stato quindi condotto in carcere ed ora è in attesa di giudizio
"Questo intervento rappresenta un’altra, fondamentale, operazione della nostra Polizia Locale per la sicurezza e del centro storico e dei quartieri - afferma il sindaco Mario Conte - Voglio ringraziare ancora una volta gli agenti per l’impegno e la grande professionalità dimostrati".
"Ancora una volta i miei uomini hanno dimostrato grande professionalità e spiccato senso del dovere», le parole del Comandante della Polizia Locale Maurizio Tondato. «Sono convinto che se la nostra Provincia, per il secondo anno, è stata considerata la più sicura d'Italia è anche grazie all'importantissimo lavoro dei vari operatori di Polizia Locale presenti nei vari comuni».