Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il governatore si rivolge in inglese all'assemblea dei comitati olimpici a Tokyo

"SONO LUCA ZAIA, PRESIDENTE DEL VENETO. UNA REGIONE CON VENEZIA, CORTINA E VERONA..."

La candidatura Milano Cortina è la favorita


TOKYO. "Sono Luca Zaia, presidente di una regione di cinque milioni di abitanti che ha città come Venezia, Cortina e Verona. Una regione con settanta milioni di turisti ogni anno". Inizia cosi il discorso del governatore davanti all'assemblea dei comitati olimpiaci mondiali riuniti a Tokyo per esaminare le candidature ai Giochi olimpici invernali del 2026. Luca Zaia è emozionato e difficilmente distoglie gli occhi dai foglio, ma dalle sue parole emergono tutta la fierezza e l'orgoglio per la sua terra e per una cadidatura che sembra sempre più vincente. Anche perchè l'unica rivale, Stoccolma si è presentata senza sostegno politico. La delegazione italiana con in testa Giovanni Malagò è stata la più applaudita. Il progetto piace, cosi come sono piaciuti il logo, un Tricolore stilizzato a forma di duomo ed in mezzo una pista da sci, ed il video: 

due minuti e mezzo di immagini e musica dove si vedono le eccellenze e le potenzialità di Milano e Cortina. Nelle immagini anche i campioni dello sci di adesso e del passato come Alberto Tomba e Deborah Compagnoni.E' stato un emozionato Giovanni Malagò, numero uno del Coni italiano a prendere per primo la parola. "La nostra è una candidatura che parte dal territorio - ha detto - nel pieno rispetto dell'agenda 2020 con la quale il Cio ha dato le linee guida dei Giochi del futuro: sono sicuro che il sogno di Milano-Cortina 2026 diventerà realtà".


Galleria fotograficaGalleria fotografica