Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Questionario a casa per chi è stato operato dal 2010

BATTERIO KILLER: RICHIAMATI DIECIMILA PAZIENTI

La Regione: "14 i casi accertati, di cui 6 vittime"


VENEZIA. Diecimila lettere ad altrettanti pazienti operati nelle cardiochirugie del Veneto dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2017. La Regione Veneto ha deciso di monitorare cosi l'infezione da batterio chimaera. Le persone sottoposte a operazioni a cuore aperto o asportazione di valvole cardiache dovranno rispondere ad alcune domande sul proprio stato di salute. Avranno a disposizione un numero telefonico e degli ambulatori per gli approfondimenti clinici necessari. Il gruppo di lavoro istituito sotto il coordinamento dell'Azienda Zero ha definito una sorta di vademecum su come affrontare l'emergenza. Secondo gli esperti sono stati più di trentamila gli interventi eseguiti negli ultimi otto anni e 14 i casi di infezione accertati, di cui sei decessi. I microbiologi e infettivologi spiegano poi che i macchinari sospetti presenti nelle cardiochirurgie di tutti gli ospedali veneti sono già stati messi in sicurezza e in alcuni casi sostituiti ma resta valida l'indicazione di collocare tali macchinari, di qualsiasi marca o fabbricazione, all'esterno della sala operatoria. Ed infine l'accenno all'azione di responsabilità nei confronti dell'azienda che ha fabbricato i dispositivi dove si sarebbe annidato il batterio killer: " Considerato che dati di letteratura hanno evidenziato che il Mycobacterium chimaera sembra essersi annidato già nel sito di produzione dei dispositivi, quindi antecedentenente all'istallazione in sala operatoria, la Regione Veneto si sta tutelando nei confronti della ditta produttrice".

Danilo Guerretta