Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/262: LA PRIMA VOLTA DEL MASTERS IN ROSA

Sfida tra le migliori 72 dilettanti sul mitico Augusta National


AUGUSTA - Si tratta di un evento storico per il golf femminile: per la prima volta il Masters in rosa.A giocare all’Augusta National, il mitico percorso voluto da Bobby Jones, sono le migliori 72 dilettanti del mondo. Tra loro, quattro azzurre: Virginia Elena Carta, Caterina Don, Alessandra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/261: IL RITORNO DELLA TIGRE

Tiger Woods trionfa nel Mastersdi Augusta


AUGUSTA - Questo è il primo Major stagionale, il più ambito. Ha luogo nella consueta cornice dell’Augusta National, in Georgia, quel percorso tanto voluto dal mitico campione Bobby Jones. In Campo è presentela crema dei professionisti,i migliori giocatori del mondo, e tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/260: WGC, L'ÉLITE MONDIALE SI SFIDA IN MATCH PLAY

Vittoria a Kisner, ottimo terzo Francesco Molinari


AUSTIN (TEXAS) - È il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, le cui gare sono di livello inferiore solo ai major. Il WGC -Dell Technologies Match Play che si gioca in Texas sul percorso dell’Austin CC, è di spessore assoluto: nel field sono stati...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Questionario a casa per chi è stato operato dal 2010

BATTERIO KILLER: RICHIAMATI DIECIMILA PAZIENTI

La Regione: "14 i casi accertati, di cui 6 vittime"


VENEZIA. Diecimila lettere ad altrettanti pazienti operati nelle cardiochirugie del Veneto dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2017. La Regione Veneto ha deciso di monitorare cosi l'infezione da batterio chimaera. Le persone sottoposte a operazioni a cuore aperto o asportazione di valvole cardiache dovranno rispondere ad alcune domande sul proprio stato di salute. Avranno a disposizione un numero telefonico e degli ambulatori per gli approfondimenti clinici necessari. Il gruppo di lavoro istituito sotto il coordinamento dell'Azienda Zero ha definito una sorta di vademecum su come affrontare l'emergenza. Secondo gli esperti sono stati più di trentamila gli interventi eseguiti negli ultimi otto anni e 14 i casi di infezione accertati, di cui sei decessi. I microbiologi e infettivologi spiegano poi che i macchinari sospetti presenti nelle cardiochirurgie di tutti gli ospedali veneti sono già stati messi in sicurezza e in alcuni casi sostituiti ma resta valida l'indicazione di collocare tali macchinari, di qualsiasi marca o fabbricazione, all'esterno della sala operatoria. Ed infine l'accenno all'azione di responsabilità nei confronti dell'azienda che ha fabbricato i dispositivi dove si sarebbe annidato il batterio killer: " Considerato che dati di letteratura hanno evidenziato che il Mycobacterium chimaera sembra essersi annidato già nel sito di produzione dei dispositivi, quindi antecedentenente all'istallazione in sala operatoria, la Regione Veneto si sta tutelando nei confronti della ditta produttrice".

Danilo Guerretta