Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/264: PIERO TARUFFI, L'"UOMO FRECCIA"

Un evento alla Montecchia celebra l'ingegnere- pilota


PADOVA - Atleti, piloti, e Vip al Golf della Montecchia, sabato 25 maggio, a celebrare Piero Taruffi, la “Volpe argentata”. L’evento, nella sua terza edizione, intende essere una giornata di celebrazione dell’indimenticabile pilota. Ci sarà il concorso di eleganza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/263: IL VICENTINO MIGLIOZZI MIGLIOR AZZURRO AL CHINA OPEN

A Shenzen il finlandese Korhonen si impone al playoff sul francese Hebert


SHENZEN - Sono ben quattro gli azzurri che partecipano al Volvo China Open, evento dell’Asian Tour e dell’European Tour, in programma a Shenzhen, al Tradition at Wolong Valley, di Chengdu in Cina. È Il venticinquesimo anniversario di questo torneo, che significa scadenza molto...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/20: GOLF CLUB CASTELFALFI

Tra le colline del Chianti, il paesaggio fa dimenticare anche le difficoltà tecniche


CASTELFALFI - Si arriva a Castelfalfi, località ignota ai più, percorrendo le luminose colline del Chiantigiano che riservano splendidi scorci. Siamo a Montaione, nei pressi dei borghi di San Gimignano e di Volterra, e Castelfalfi è un piccolo villaggio medievale arroccato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Blitz della polizia ad Onè di Fonte

PIANTAGIONE DI DROGA IN CAMERA, ARRESTATO UN MECCANICO

In manette un 37enne. Era arrivato in Italia come profugo nel 2013


ONE' DI FONTE. Era arrivato in Italia come profugo nel 2003. Aveva trovato lavoro come meccanico ad Onè di Fonte ed alla sera faceva il dj in alcuni locali del bassanese. Una vita normale, da insospettabile. Da qualche tempo però il suo appartamento in strada Cartigliana era oggetto di un continuo via vai di persone. Soprattutto giovani, consumatori abituali di marjiuana. I poliziotti di Bassano lo hanno atteso sotto casa e adosso gli hanno trovato qualche grammo di droga. Ma poi hanno voluto perquisire l'appartamento del 37enne africano. Una volta all'interno della casa i poliziotti si sono trovati di fronte ad un vero e proprio bazar della droga: un chilo la sostanza sequestrata, nascosta nel frogorifero, nel forno e nella dispensa, ma soprattutto una coltivazione di cannabis allestita in camera da letto. L'uomo è stato arrestato. Ha sempre dichiarato di essere liberiano ma ora sono in corso indagini per capire quale sia la sua vera nazionalità.

Galleria fotograficaGalleria fotografica