Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I poliziotti trovano 8 etti di droga in casa di uno studente trevigiano

A19 ANNI ARRESTATO PER LA QUARTA VOLTA PER SPACCIO

Nonostante fosse ai domiciliari, continuava l'attività illegale


TREVISO - Nonostante fosse stato già arrestato altre tre volte per lo stesso reato in meno di due anni e si trovasse ai domiciliari, un 19enne trevigiano ha continuato imperterrito a spacciare droga. Ora per lui sono scattate nuovamente le manette e si sono aperte le porte del carcere di Santa Bona.
Nella soffitta dell’abitazione in cui il giovane, studente al Duca degli Abbruzzi, vive con i genitori gli agenti della Squadra mobile della Questura di Treviso hanno trovato circa sette etti hashish, un etto di marijuana e un grammo di cocaina. Nel corso della perquisizione, effettuata anche con la collaborazione del cane antidroga della Polizia locale e del suo conduttore, sono stati rinvenuti anche un bilancino, materiale vario per confezionare le dosi e 4.400 euro in contanti. Il 19enne avrebbe anche cercato di fuggire, provando a liberarsi dei contenitori con lo stupefacente.
Non più tardi dello scorso 30 giugno era stato fermato per un normale controllo lungo la Treviso – Mare, mentre con un amico tornava da Jesolo: nell’auto i due nascondevano sette chili e mezzo di marijuana. Per questo era finito agli arresti domiciliari. Provvedimento, tuttavia, che non l’ha indotto a desistere dalla sua attività illegale.