Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I poliziotti trovano 8 etti di droga in casa di uno studente trevigiano

A19 ANNI ARRESTATO PER LA QUARTA VOLTA PER SPACCIO

Nonostante fosse ai domiciliari, continuava l'attività illegale


TREVISO - Nonostante fosse stato già arrestato altre tre volte per lo stesso reato in meno di due anni e si trovasse ai domiciliari, un 19enne trevigiano ha continuato imperterrito a spacciare droga. Ora per lui sono scattate nuovamente le manette e si sono aperte le porte del carcere di Santa Bona.
Nella soffitta dell’abitazione in cui il giovane, studente al Duca degli Abbruzzi, vive con i genitori gli agenti della Squadra mobile della Questura di Treviso hanno trovato circa sette etti hashish, un etto di marijuana e un grammo di cocaina. Nel corso della perquisizione, effettuata anche con la collaborazione del cane antidroga della Polizia locale e del suo conduttore, sono stati rinvenuti anche un bilancino, materiale vario per confezionare le dosi e 4.400 euro in contanti. Il 19enne avrebbe anche cercato di fuggire, provando a liberarsi dei contenitori con lo stupefacente.
Non più tardi dello scorso 30 giugno era stato fermato per un normale controllo lungo la Treviso – Mare, mentre con un amico tornava da Jesolo: nell’auto i due nascondevano sette chili e mezzo di marijuana. Per questo era finito agli arresti domiciliari. Provvedimento, tuttavia, che non l’ha indotto a desistere dalla sua attività illegale.