Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/282: LA SOLHEIM CUP 2019 PRENDE LA VIA DELL'EUROPA

La squadra del Vecchio Continente si impone sugli Usa nel massimo torneo femminile


GLENEAGLES  (SCOZIA) - La Solheim Cup è la massima espressione del golf delle donne, la sfida al femminile della Ryder Cup, rispetto a cui ha una storia più recente. Ha preso il nome dall’ideatore del torneo, Karsten Solheim, noto fabbricante di attrezzi sportivi conosciuti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/281: LE PROMESSE DEL GOLF EUROPEO FEMMINILE A VILLA CONDULMER

La padovana Benedetta Moresco trionfa all'Internazionale under 18


MOGLIANO VENETO - È il secondo anno consecutivo che Golf Villa Condulmer ospita questo importante campionato, l’Internazionale femminile under 18; da qui, spunteranno le future Campionesse del Tour europeo. Ben dodici le nazioni partecipanti, oltre all'Italia: Austria, Belgio, Croazia,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/280: OMEGA MASTERS, UN CLASSICO TRA LE ALPI

Nove gli italiani al torneo dell'European Tour


CRANS MONTANA (SVIZZERA) - L’Omega Masters è uno dei tornei classici dell’European Tour. La storia di questo torneo, seppur con diverso nome (all’epoca Swiss Open), risale al 1905. È la tappa svizzera del tour europeo del golf maschile professionistico, in cui si...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, denunciato 60enne: "Continuavano ad offendermi"

RAGAZZINI LO INSULTANO, LUI SPARA BIGLIE D'ACCIAIO

Tira con la fionda dal balcone a due adolescenti


TREVISO - Quei ragazzini lo infastidivano e lo offendevano. Così ha pensato di vendicarsi bersagliandoli con biglie d’acciaio tirate con una fionda.
Un sessantenne trevigiano è stato denunciato per lesioni aggravate a danno di minori.
Tutto è partito da una chiamata giunta alla sala operativa della Questura di Treviso, venerdì sera: un quindicenne sosteneva di essere stato centrato da un pallino di metallo lanciato dal balcone di un condominio.
Arrivati sul posto, nei pressi della stazione ferroviaria di Treviso, e individuato l’appartamento incriminato, gli agenti delle Volanti hanno chiesto spiegazioni al proprietario. L’uomo prima ha detto di aver avuto solo una discussione con l’adolescente e un altro coetaneo, ma alla fine ha ammesso di aver colpiti con la sua fionda, consegnando volontariamente l’arma ai poliziotti.
Il sessantenne si è giustificato affermando di essere stato più volte insultato dai giovanissimi e, a fronte delle ennesime offese, di aver perso la testa. Accompagnato in Questura per gli accertamenti di rito – è risultato privo di precedenti – ha riconosciuto la pericolosità del suo gesto, che avrebbe potuto avere conseguenze molto più gravi. Ammissione, peraltro, che non gli ha evitato la denuncia.