Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, denunciato 60enne: "Continuavano ad offendermi"

RAGAZZINI LO INSULTANO, LUI SPARA BIGLIE D'ACCIAIO

Tira con la fionda dal balcone a due adolescenti


TREVISO - Quei ragazzini lo infastidivano e lo offendevano. Così ha pensato di vendicarsi bersagliandoli con biglie d’acciaio tirate con una fionda.
Un sessantenne trevigiano è stato denunciato per lesioni aggravate a danno di minori.
Tutto è partito da una chiamata giunta alla sala operativa della Questura di Treviso, venerdì sera: un quindicenne sosteneva di essere stato centrato da un pallino di metallo lanciato dal balcone di un condominio.
Arrivati sul posto, nei pressi della stazione ferroviaria di Treviso, e individuato l’appartamento incriminato, gli agenti delle Volanti hanno chiesto spiegazioni al proprietario. L’uomo prima ha detto di aver avuto solo una discussione con l’adolescente e un altro coetaneo, ma alla fine ha ammesso di aver colpiti con la sua fionda, consegnando volontariamente l’arma ai poliziotti.
Il sessantenne si è giustificato affermando di essere stato più volte insultato dai giovanissimi e, a fronte delle ennesime offese, di aver perso la testa. Accompagnato in Questura per gli accertamenti di rito – è risultato privo di precedenti – ha riconosciuto la pericolosità del suo gesto, che avrebbe potuto avere conseguenze molto più gravi. Ammissione, peraltro, che non gli ha evitato la denuncia.