Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/286: L'OPEN D'ITALIA PER LA PRIMA VOLTA PARLA AUSTRIACO

All'Olgiata si impone Bernd Wiesberger, sotto tono Chicco Molinari


ROMA - Eccoci giunti al più grande appuntamento italiano dell’anno con il Golf: la 76esima edizione dell’OPEN D’ITALIA. A ospitarla è l’Olgiata Golf Club di Roma,nel percorso di gara, par 71, su quei terreni dove pascolava Ribot; un Open da gustare dalla...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/285: JON RAHM PROFETA IN PATRIA

L'iberico trionfa per la seconda volta nell'Open di Spagna


MADRID - L’European Tour arriva in Spagna, fa tappa al Club de Campo di Madrid, dove si disputa il Mutuactivos Open de España, una settimana prima dell’evento italiano. Sette sono gli azzurri in gara, tutti tesi a trovare il ritmo da dimostrarepoi a Roma, per l’Open...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/284: TURKISH AIRLINES CUP, RAFFINATA PROMOZIONE SPORTIVA

La tappa veneta del torneo voluto dalla compagnia aerea


ASOLO -  Una raffinata giornata, questo torneo di Golf amatoriale. È la tappa veneziano del Campionato che Turkish Airlines promuove nei quattro Continenti. È di qualificazione, introduttivo al gran finale che verrà disputato a Belek, in Turchia, dal prossimo sabato 2 alla...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'incidente alle 8.30 tra i caselli di Quarto d'Altino e Meolo

TAMPONAMENTO IN A4, MUORE SCHIACCIATO TRA LE LAMIERE

Furgone contro un camion: nulla da fare per l'autista


RONCADE - Terribile schianto, questa mattina, lungo la A4: poco prima delle 8.30, nel tratto tra i caselli di Quarto d'Altino e Meolo, al confine tra le provine di Treviso Venezia, un furgone che viaggiava in direzione Trieste ha tamponato un camion. Il conducente del mezzo più leggero è morto schiacciato nell'abitacolo quasi completamente distrutto. Lanciato l'allarme dagli altri automobilisti, sul posto sono arrivati Vigili del fuoco, Suem 118 e Polizia stradale, oltre al personale della società Autovie Venete: nonostante i soccorsi, tuttavia, per l'autista non c'è stato nulla da fare e il medico ha potuto solo constatarne il decesso. Le due squadre di pompieri inviate dal comando di Mestre hanno lavorato, insieme agli altri addetti, per mettere in sicurezza l'area e poi rimuovere i veicoli incidentati. L'arteria viaria non è stata chiusa completamente, ma la circolazione è proseguita con un restringimento su due corsie: l'operazione, inevitabilmente, ha provocato rallentamenti e code.

Galleria fotograficaGalleria fotografica