Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'incidente alle 8.30 tra i caselli di Quarto d'Altino e Meolo

TAMPONAMENTO IN A4, MUORE SCHIACCIATO TRA LE LAMIERE

Furgone contro un camion: nulla da fare per l'autista


RONCADE - Terribile schianto, questa mattina, lungo la A4: poco prima delle 8.30, nel tratto tra i caselli di Quarto d'Altino e Meolo, al confine tra le provine di Treviso Venezia, un furgone che viaggiava in direzione Trieste ha tamponato un camion. Il conducente del mezzo più leggero è morto schiacciato nell'abitacolo quasi completamente distrutto. Lanciato l'allarme dagli altri automobilisti, sul posto sono arrivati Vigili del fuoco, Suem 118 e Polizia stradale, oltre al personale della società Autovie Venete: nonostante i soccorsi, tuttavia, per l'autista non c'è stato nulla da fare e il medico ha potuto solo constatarne il decesso. Le due squadre di pompieri inviate dal comando di Mestre hanno lavorato, insieme agli altri addetti, per mettere in sicurezza l'area e poi rimuovere i veicoli incidentati. L'arteria viaria non è stata chiusa completamente, ma la circolazione è proseguita con un restringimento su due corsie: l'operazione, inevitabilmente, ha provocato rallentamenti e code.

Galleria fotograficaGalleria fotografica