Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un tumore stronca un tecnico di laboratorio

MUORE A TRENT'ANNI, ERA LA TESTIMONIAL DELL'ULSS 2

L'ultimo saluto venerdi a Conegliano


CONEGLIANO. Il suo volto sorridente lo conoscono tutti, pazienti, familiari e operatori del Distretto Pieve di Soligo dell’Ulss 2. Riprodotto in centinaia di poster accoglie, da qualche anno, chiunque varchi la soglia degli ospedali di Conegliano e Vittorio Veneto e delle sedi Distrettuali.

Da ieri il sorriso di Chiara Stefani, tecnico di laboratorio del Centro Trasfusionale di Conegliano, 30 anni compiuti il 1 settembre, sarà possibile vederlo, purtroppo, solo sui poster: è deceduta martedì sera a Conegliano, città nella quale viveva da alcuni anni.

Testimonial della campagna di umanizzazione del Distretto Pieve di Soligo, “Persone che si prendono cura di persone”, Chiara si era sentita male al lavoro, a metà settembre. La diagnosi di tumore era stata pressoché immediata. Si era sottoposta alle terapie con la determinazione e l’ottimismo con cui affrontava la vita e il lavoro.

Chiara Stefani aveva iniziato a lavorare per il Centro Trasfusionale dell’Ulss 2 nel febbraio 2013, inserendosi pienamente nell’ambiente e nella città di Conegliano, che non aveva voluto lasciare, per tornare alla sua natia Vignanello (VT), nemmeno durante la malattia.

Nell’ambito del Centro Trasfusionale si è occupata di tematiche legali della medicina trasfusionale, di automazione di laboratorio e di sistemi di qualità in sanità. Oltre a dare un contributo alla crescita del Servizio aveva proseguito il suo percorso professionale, conseguendo la Laurea Magistrale in Scienze delle professioni sanitarie.

“Era una persona solare, positiva, sempre disponibile con tutti”, la ricordano i colleghi, disperati per l’accaduto.

“La scomparsa di Chiara ha provocato un profondo dolore nell’Ulss 2 – commenta il direttore Francesco Benazzi -. Siamo vicini ai genitori, che hanno perso prematuramente una splendida figlia, e al compagno. La nostra Azienda perde una collaboratrice valida sia dal punto di vista professionale che umano”.

L’ultimo saluto a Chiara sarà dato venerdì 7 dicembre, alle ore 16, in Duomo a Conegliano


Galleria fotograficaGalleria fotografica