Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/264: PIERO TARUFFI, L'"UOMO FRECCIA"

Un evento alla Montecchia celebra l'ingegnere- pilota


PADOVA - Atleti, piloti, e Vip al Golf della Montecchia, sabato 25 maggio, a celebrare Piero Taruffi, la “Volpe argentata”. L’evento, nella sua terza edizione, intende essere una giornata di celebrazione dell’indimenticabile pilota. Ci sarà il concorso di eleganza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/263: IL VICENTINO MIGLIOZZI MIGLIOR AZZURRO AL CHINA OPEN

A Shenzen il finlandese Korhonen si impone al playoff sul francese Hebert


SHENZEN - Sono ben quattro gli azzurri che partecipano al Volvo China Open, evento dell’Asian Tour e dell’European Tour, in programma a Shenzhen, al Tradition at Wolong Valley, di Chengdu in Cina. È Il venticinquesimo anniversario di questo torneo, che significa scadenza molto...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/20: GOLF CLUB CASTELFALFI

Tra le colline del Chianti, il paesaggio fa dimenticare anche le difficoltà tecniche


CASTELFALFI - Si arriva a Castelfalfi, località ignota ai più, percorrendo le luminose colline del Chiantigiano che riservano splendidi scorci. Siamo a Montaione, nei pressi dei borghi di San Gimignano e di Volterra, e Castelfalfi è un piccolo villaggio medievale arroccato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'imprenditore di Col San Martino si è spento all'improvviso a 71 anni

ADDIO A GIUSEPPE VILLANOVA, PIONIERE DELLA GRANDE DISTRIBUZIONE

Aveva fondato la catena di supermercatio Rosa


FARRA DI SOLIGO - Dopo un ricovero all’ospedale di Conegliano, avvenuto tre giorni fà a seguito di un improvviso malore, è mancato improvvisamente e inaspettatamente mercoledì sera, all’affetto dei suoi cari, Giuseppe Villanova, 71 anni, di Col San Martino, noto imprenditore commerciale che da oltre 40 anni gestiva in paese lo storico e frequentatissimo “Supermercato Rosa”. Un imprenditore di successo, nato in una famiglia da sempre attiva nel settore del commercio. Insieme ai fratelli aveva fondato nel 1978 a Col San Martino, il primo supermercato “Rosa” ed in seguito ne apri altri due, uno a Miane ed uno a crocetta del Montello. Il quarto supermercato verrà aperto invece il prossimo Gennaio 2019 a Farra di Soligo, al posto del vecchio supermarket Pavan. La notizia della sua improvvisa ed inaspettata morte è giunta come un fulmine a ciel sereno, si è diramata immediatamente a macchia d’olio, non solo a Col San Martino, dove l’imprenditore viveva con la sua famiglia, ma in tutto il Quartier del Piave, dove Giuseppe era molto conosciuto e stimato. Chi ha avuto modo di conoscerlo e fare qualche trattativa con lui, lo ricorda come un uomo semplice, onesto e molto affidabile, per Giuseppe non servivano carte scritte, quando dava la sua parola era sempre una garanzia. Fin da piccolo la passione di Giuseppe sono stati i motori, non le auto di lusso, ma le auto, moto e mezzi di trasporto di tutti i giorni. Andava molto fiero della sua collezione di auto di famiglia recuperate e restaurate con passione negli anni, con le quali frequentava spesso i raduni d’auto d’epoca. Il sindaco di Farra di Soligo di lui ha detto:” Ci lascia un uomo immensamente buono ed amato da tutti, imprenditore di successo e persona sempre vicina non solo alla famiglia ma a tutta la comunità, nonché attivo socio del locale Gruppo Alpini”. La sua attività imprenditoriale negli anni si era ampliata anche nel settore agricolo con la coltivazione di vigneti del pregiato prosecco. Tutte le aziende, come da tempo programmato, passeranno ora nelle mani dei suoi figli Luca ed Alberto, i quali da diverso tempo già condividevano la conduzione delle diverse attività commerciali ed agricole. Giuseppe lascia nel più profondo dolore la moglie Adriana, valida spalla in casa e sul lavoro, i figli Luca e Alberto, la sorella Lilia, le nuore e gli amati nipoti e pronipoti. Il Santo rosario verrà celebrato venerdì 7 dopo la messa delle 19, nella stessa chiesa parrocchiale dove, domani alle 14.30 si svolgeranno i funerali.
Diego Berti