Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/261: IL RITORNO DELLA TIGRE

Tiger Woods trionfa nel Mastersdi Augusta


AUGUSTA - Questo è il primo Major stagionale, il più ambito. Ha luogo nella consueta cornice dell’Augusta National, in Georgia, quel percorso tanto voluto dal mitico campione Bobby Jones. In Campo è presentela crema dei professionisti,i migliori giocatori del mondo, e tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/260: WGC, L'ÉLITE MONDIALE SI SFIDA IN MATCH PLAY

Vittoria a Kisner, ottimo terzo Francesco Molinari


AUSTIN (TEXAS) - È il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, le cui gare sono di livello inferiore solo ai major. Il WGC -Dell Technologies Match Play che si gioca in Texas sul percorso dell’Austin CC, è di spessore assoluto: nel field sono stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/259: AL VIA LA NUOVA STAGIONE DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Come di consueto l'Aigg apre il campionato 2019 al Marco Simone


ROMA - La primavera era già esplosa, quando siamo andati a Roma per l’avvio del tour dei giornalisti golfisti. Alla prima giornata di tappa, però, abbiamo preso la pioggia. Come di consueto, il primo incontro era al Marco Simone Golf & Country Club, alle porte di Roma, che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Partite dalla Marca, le indagini si sono estese a tutta Italia

LEI ADESCAVA I CLIENTI, I COMPLICI LI RAPINAVANO E RICATTAVANO

Arrestati una prostituta e due uomini dell'Est Europa


TREVISO - Dalla Marca, le indagini si sono estese ormai a tutto il Nord Italia, coinvolgendo almeno 5 o 6 casi: ma potrebbero essercene molti altri, al momento non ancora emersi.
A condurre le investigazioni su mandato della Procura di Bologna, la Squadra Mobile della Polizia di Stato di Treviso, dopo che l’operazione nella Marca da cui era partita la vicenda era stata compiuta dai Carabinieri.
In carcere con l’accusa di rapina in concorso, sono finite tre persone dell’Est: una 25enne prostituta romena, un 22 albanese e un trentenne kosovaro. Tramite annunci su siti specializzati, la ragazza riceveva i clienti all’interno di appartamenti. Sul più bello, comparivano i due complici che malmenavano il malcapitato, lo costringevano a prelevare del denaro dal bancomat e a consegnarlo e, dopo averlo fotografato, gli intimavano di non denunciare nulla, con la minaccia di rivelare alla famiglia la frequentazioni con prostitute.
A Treviso, il terzetto operava in un appartamento lungo in Terraglio e, lì a marzo dell’anno scorso, erano intervenuti i militari dell’Arma, dopo la prima segnalazione. Nel frattempo però sono emersi ulteriori casi, ad esempio in provincia di Bologna, relativi al maggio scorso, e il gip di Bologna ha emesso nuove ordinanza di custodia in carcere per i tre: due, peraltro, si trovavano già dietro le sbarre, mentre il terzo, finora, era ai domiciliari. Alcune vittime, da altre città, si sono rivolti alla Questura di Treviso, ritenendolo più sicuro affinché il fatto non trapelasse nella propria zona.
Ma, come accennato, diversi indizi portano a pensare che l’attività del terzetto potesse avere un raggio ben più ampio. Per questo Claudio Di Paola, dirigente della Squadra Mobile di Treviso, lancia un appello ad altre, eventuali vittime a rivolgersi con fiducia alla Polizia.