Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Partite dalla Marca, le indagini si sono estese a tutta Italia

LEI ADESCAVA I CLIENTI, I COMPLICI LI RAPINAVANO E RICATTAVANO

Arrestati una prostituta e due uomini dell'Est Europa


TREVISO - Dalla Marca, le indagini si sono estese ormai a tutto il Nord Italia, coinvolgendo almeno 5 o 6 casi: ma potrebbero essercene molti altri, al momento non ancora emersi.
A condurre le investigazioni su mandato della Procura di Bologna, la Squadra Mobile della Polizia di Stato di Treviso, dopo che l’operazione nella Marca da cui era partita la vicenda era stata compiuta dai Carabinieri.
In carcere con l’accusa di rapina in concorso, sono finite tre persone dell’Est: una 25enne prostituta romena, un 22 albanese e un trentenne kosovaro. Tramite annunci su siti specializzati, la ragazza riceveva i clienti all’interno di appartamenti. Sul più bello, comparivano i due complici che malmenavano il malcapitato, lo costringevano a prelevare del denaro dal bancomat e a consegnarlo e, dopo averlo fotografato, gli intimavano di non denunciare nulla, con la minaccia di rivelare alla famiglia la frequentazioni con prostitute.
A Treviso, il terzetto operava in un appartamento lungo in Terraglio e, lì a marzo dell’anno scorso, erano intervenuti i militari dell’Arma, dopo la prima segnalazione. Nel frattempo però sono emersi ulteriori casi, ad esempio in provincia di Bologna, relativi al maggio scorso, e il gip di Bologna ha emesso nuove ordinanza di custodia in carcere per i tre: due, peraltro, si trovavano già dietro le sbarre, mentre il terzo, finora, era ai domiciliari. Alcune vittime, da altre città, si sono rivolti alla Questura di Treviso, ritenendolo più sicuro affinché il fatto non trapelasse nella propria zona.
Ma, come accennato, diversi indizi portano a pensare che l’attività del terzetto potesse avere un raggio ben più ampio. Per questo Claudio Di Paola, dirigente della Squadra Mobile di Treviso, lancia un appello ad altre, eventuali vittime a rivolgersi con fiducia alla Polizia.