Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ingaggiato il n. 8 neozelandese al posto di Nasi Manu

NUOVO BALL CARRIER PER IL BENETTON: È TOA HALAFIHI

Arriverà lunedì: "Non vedo l'ora di cominciare"


TREVISO - L'ultimo arrivo in casa Benetton Rugby è Toa Halafihi, numero 8 proveniente da Taranaki la franchigia neozelandese con sede a New Plymouth. Nato a Gisborne (parte nord-orientale della Nuova Zelanda, ndr) il 27 novembre 1993, pesa 107 kg ed è alto 191 cm, Halafihi comincia a giocare a rugby per la Gisborne Boys, scuola media e superiore della sua città natale. Dopo essersi diplomato, disputa una stagione in Mitre 10 (campionato nazionale neozelandese, ndr) con la maglia del Poverty Bay nel 2012, per poi spostarsi a Taranaki e giocare con gli Spotswood United. La prestanza fisica e le ottime qualità tecniche fanno di Toa un potente ball carrier, in grado di rompere i placcaggi mantenendo il possesso in situazioni difficili, doti che nella stagione 2014/2015 gli consentono di tornare a disputare la Mitre 10 Cup proprio con Taranaki, club con il quale sino ad oggi ha collezionato 38 presenze e 12 punti e di cui è stato eletto giocatore dell’anno nel 2017. Nello stesso anno Toa figurava al primo posto per metri guadagnati, nel reparto di terze linee dell’intera competizione, con 478m totali e con 4,23m di guadagno medio a pallone portato oltre a 26 difensori battuti. Nella Mitre 10 2018 ha giocato solo metà delle partite rispetto alla stagione precedente guadagnando comunque 225 metri e battendo 14 giocatori. Le consistenti prestazioni a livello nazionale, nel corso degli anni, attirano su di lui l’attenzione anche degli Hurricanes con i quali fa l’esordio in Super Rugby e nella passata stagione del Lione, con i francesi disputa 12 gare tra Top14 ed European Challenge Cup. Così si è espresso il direttore sportivo Antonio Pavanello su Halafihi: “Infoltire il reparto dei numeri 8 era uno dei nostri obiettivi, infatti avevamo già previsto l’arrivo di Toa per le prossime due stagioni. Quanto capitato a Nasi negli scorsi mesi, ci ha però costretti ad anticipare i tempi del suo arrivo. Tengo a precisare che Halafihi non sostituisce Manu al quale auguriamo che possa tornare in campo con noi il prima possibile. Toa è un giocatore estremamente interessante, che teniamo sotto osservazione da un paio di stagioni e che avevamo già provato a portare a Treviso lo scorso anno. Le sue qualità di ball carrier sono diverse da quelle degli altri giocatori già presenti in rosa e per cui darà valide alternative al gioco di Crowley. L’essere riusciti a chiudere positivamente la trattativa, battendo la concorrenza di altre squadre europee di altissimo livello, ci rende felici oltre ad inorgoglirci poiché la rilevanza dei nostri risultati è già arrivata anche oltreoceano”
“Sono entusiasta di avere l’opportunità di entrare a far parte di un club prestigioso come il Benetton Rugby, di giocare in un paese fantastico come l’Italia ed in una competizione eccitante come il Guinness PRO14. Sono consapevole che in squadra ci sono tanti giocatori di livello e questo ha permesso alla società di compiere dei progressi evidenti nelle ultime stagioni. Non vedo l’ora di abbracciare lo stile di vita italiano e di godere per i futuri successi” queste le parole di Halafihi che giungerà a Treviso lunedì 17 Dicembre.