Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/286: L'OPEN D'ITALIA PER LA PRIMA VOLTA PARLA AUSTRIACO

All'Olgiata si impone Bernd Wiesberger, sotto tono Chicco Molinari


ROMA - Eccoci giunti al più grande appuntamento italiano dell’anno con il Golf: la 76esima edizione dell’OPEN D’ITALIA. A ospitarla è l’Olgiata Golf Club di Roma,nel percorso di gara, par 71, su quei terreni dove pascolava Ribot; un Open da gustare dalla...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/285: JON RAHM PROFETA IN PATRIA

L'iberico trionfa per la seconda volta nell'Open di Spagna


MADRID - L’European Tour arriva in Spagna, fa tappa al Club de Campo di Madrid, dove si disputa il Mutuactivos Open de España, una settimana prima dell’evento italiano. Sette sono gli azzurri in gara, tutti tesi a trovare il ritmo da dimostrarepoi a Roma, per l’Open...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/284: TURKISH AIRLINES CUP, RAFFINATA PROMOZIONE SPORTIVA

La tappa veneta del torneo voluto dalla compagnia aerea


ASOLO -  Una raffinata giornata, questo torneo di Golf amatoriale. È la tappa veneziano del Campionato che Turkish Airlines promuove nei quattro Continenti. È di qualificazione, introduttivo al gran finale che verrà disputato a Belek, in Turchia, dal prossimo sabato 2 alla...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Era nato a Farra nel 1929

MERCOLEDI L'ULTIMO SALUTO AL PITTORE DONADEL

I funerali alle 14,30 nella Chiesa Parrocchiale di Soligo


FARRA DI SOLIGO. Saranno celebrati mercoledi alle 14,30 i funerali di Bruno Donadel, il famoso pittore solighese scomparso sabato scorso all'età di quasi novant'anni. L'artista era nato a Farra nel 1929. Ammalato da tempo, nell'ultimo periodo si era trasferito alla casa di riposo "Don Bozzola". Quartogenito di una famiglia di agricoltori, fin da bambino aveva dimostrato una grande passione ed una particolare attitudine per il disegno. Autodidatta, apprese la prospettiva da Giovanni Zanzotto, alla scuola serale di Pieve di Soligo, dove ebbe l'occasione di ricevere lezioni da Alfredo Serri e Amelia Casonato da Forno. Nel 1957 vinse il Premio Raccolta Bertarelli, riconoscimento che segnò l'inizio della sua carriera. Negli anni Sessanta iniziò ad esporre in diverse gallerie riscuotendo sempre lusinghieri successi.