Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/265: KOEPKA FA SUO IL SECONDO MAJOR DI STAGIONE

Disputato per la prima volta a maggio, il Championship regala spettacolo


FARMINGDALE (USA) - Il secondo major, il Championship, giunto alla 101ª edizione, ha luogo per la prima volta a Farmingdale, nel Long Island, stato di New York, sul difficile percorso del Bethpage Black Course (par 70), che sarà sede della Ryder Cup 2024. È la prima volta che si...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dall'Olanda a Montebelluna per conoscere il Veneto

IL LICEO DIVENTA ARANCIONE

Ventitre studenti olandesi ospiti degli studenti coetanei del "Primo Levi"


MONTEBELLUNA. Si è colorato di arancione il Liceo Primo Levi di Montebelluna per accogliere 23 studenti olandesi, dell’Istituto Lentiz Dalton di Naaldwijk nello Zuid-Holland. Partito martedì 11 dicembre 2018, lo scambio tra classi con l’Olanda è giunto ormai alla sua quarta edizione. Gli olandesi si tratterranno a Montebelluna fino a domani 18 dicembre, ospiti delle famiglie degli allievi gli studenti della 2 A scienze applicate, che nel mese di marzo 2019, dal 15 al 22, restituiranno la visita. Martedì gli studenti del Levi si sono recati all’aereoporto Marco Polo di Venezia, accompagnati dai docenti Adriano Cappelletto e Anna Bon, referente del progetto, ad accogliere la comitiva olandese.
Al Liceo li attendevano il dirigente scolastico e l’assessore al bilancio Adalberto Bordin, oltre ad alcuni genitori e personale del Liceo Levi. Il saluto ufficiale si è svolto nell’aula Magna dell’Istituto. “Sono tante le attività, che proponiamo ai nostri studenti, per superare i confini locali e pensare dentro un mondo più ampio. I gemellaggi che abbiamo con Croazia, Brasile, Grecia, Ungheria, gli Stati Uniti e appunto l’Olanda sono forse il momento più forte di questa ricerca. Un’attenzione all’oggi e alla storia di questi paesi per conoscere le differenze e i valori comuni. Ringrazio le famiglie dei nostri studenti che hanno collaborato alla riuscita di questo progetto”, ha detto il preside Ezio Toffano.
Sul rapporto tra storia e presente ha insistito l’assessore al bilancio del Comune di Montebelluna, Adalberto Bordin. “Quando mio padre mi raccontava della guerra l’immagine era quella di un'Europa divisa. Ora, fortunatamente non è più così e questo genere di rapporti fra studenti e scuole è sempre più frequente e stimolante”. Si è complimentato per l’accoglienza e l'organizzazione il professor Jimmy Goodijn, che ha accompagna gli studenti olandesi assieme a Marianne Sohnninger. “Questi scambi ci aiutano a riconoscere le reciproche diversità, sono questi i giovani che domani sosterranno la convivenza dei popoli”. Le attività dell’intera settimana sono state dedicate a conoscere il territorio veneto, luoghi e persone. Venezia con la tradizionale gita in gondola, poi la Città di Montebelluna e in particolare il nuovissimo MeVe, museo multimediale dedicato alla Prima Guerra Mondiale. La visita all’azienda simbolo del distretto dello scarpone, la Geox. Venerdì 14 dicembre uscita sul Cansiglio alle grotte del Caglieron. La giornata di sabato 15 dicembre dedicata alla visita alla struttura del Liceo e alla conoscenza da parte degli olandesi del sistema scolastico italiano. Domenica giornata con le famiglie, liberi da impegni con lo scopo di conoscersi reciprocamente.
Sono esperienze che segnano positivamente la vita di un adolescente anche in prospettiva futura, quando nel mondo del lavoro dovrà mettere in campo tutte le risorse e le conoscenze acquisite durante il periodo di formazione. Lunedì infine visita alla sede universitaria del Bo e al Teatro Anatomico a Padova; poi nel pomeriggio, a Saonara, partita di beach volley in compagnia per chiudere l'esperienza. Martedì 18 gli allievi olandesi rientrano in patria partendo sempre dall’aeroporto Marco Polo.

Galleria fotograficaGalleria fotografica