Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/322: EUROTOUR E CHALLENGE RIPARTONO DALL'AUSTRIA

È dello scozzese Marc Warren il primo successo dopo il lockdown


VIENNA - Ripartono simultaneamente dall’Austria, European Tour e Challenge Tour, con due tornei organizzati in sintonia: l’Austrian Open, la cui prima edizione si è svolta nel 1990, ha luogo sul tracciato del Diamond Country Club di Atzenbrugg, nei pressi di Vienna, e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La sede della storica gelateria di Cornuda ospita una nuova azienda

DAI GELATI AGLI ASCENSORI, BROTTO RINASCE GRAZIE A TRIVENETO

Il sindaco: "Grazie per aver scelto il nostro comune"


L'ing. Samuele Friso con il sindaco di Cornuda CORNUDA. Per anni è stato uno dei locali più apprezzati e frequentati dai trevigiani. La gelateria-ristorante Brotto di Cornuda era una meta obbligatoria per chi saliva verso il Cadore e voleva assaggiare un gelato. Tante le generazioni che lì hanno festeggiato il loro matrimonio o le cresime e comunioni dei figli. Poi la lenta decandenza fino alla chiusura. Ora quei storici locali rivivono grazie a Triveneto, azienda leader nel campo della sicurezza e dei controlli ispettivi e certificativi in ambito acensoristico, elettrico e attrezzature di lavoro. L'azienda, legata a Cornuda da tempo in quanto sponsor della locale squadra di pallavolo, ha deciso di trasferirsi dall'ex sede di Covolo, ristrutturando lo storico stabile. I lavori hanno interessato sia i locali della torre che quelli dell'ex ristorante. "Tutto l'edificio ha mantenuto l'identità storica - fa sapere l'ingegnere Samuele Friso, ammistratore unico di Triveneto s.r.l.  - I tocchi moderni hanno interessato gli impianti tecnologici, serramenti e pavimenti, porte e vetrate".
E' stata sistemata anche la parte esterna dell'ingresso, con fondo in porfido che si sposa perfettamente con il materiale moderno scuro in prossimità dell'entrata.
Il fiore all'occhiello? L'imponente scala che unisce i due piani alla torre, un unico pezzo in calcestruzzo, una vera e propria opera d'arte.
Sabato scorso all'inaugurazione c'erano tutti i sessanta collaboratori di Triveneto, il parroco don Francesco Marconato ed il sindaco Claudio Sartor che nel suo discorso ha ringraziato i vertici aziendali per aver scelto Cornuda come sede dell'impresa e ha auspicato che anche altri imprenditori possano seguire l'esempio di Triveneto.