Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/246: DAL 2019 IN VIGORE LE NUOVE REGOLE DI GIOCO

Le norme ridotte a 24: ecco le principali novità


TREVISO - Erano trentaquattro le Regole del Golf; erano tante, e soprattutto abbastanza complicate da ricordare, per il neofita che le doveva capire, memorizzare, e poi correttamente applicare.Dal 1° gennaio 2019 sarà in uso una versione rivisitata, principalmente finalizzata ad una...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Misura per tutelare bambini e anziani, ma anche animali domestici"

BOTTI DI CAPODANNO VIETATI A SAN BIAGIO DI CALLALTA

Il sindaco ordina lo stop a petardi e fuochi fino al 6 gennaio


SAN BIAGIO DI CALLALTA - Il sindaco di San Biagio di Callalta, Alberto Cappelletto, ha emanato un’ordinanza per vietare i botti di Capodanno. Il divieto sarà in vigore dal 30 dicembre al 6 gennaio 2019, periodo dell’anno in cui solitamente è diffusa l’abitudine di accendere fuochi d’artificio in occasione di feste private o in piazza.
“E’ una misura che – spiega il primo cittadino - intende tutelare prima di tutti i soggetti più deboli come i bambini, le persone anziane, ammalate e sole che dallo scoppio di petardi e fuochi possono subire un disagio psicofisico. Ma anche evitare le conseguenze sugli animali domestici e non, che, presi dallo spavento, posso fuggire e perdere l’orientamento, creando anche rischi per l’incolumità loro e altrui”.
Il rispetto dell’ordinanza, affissa all’albo comunale, sarà affidato alle forze di polizia, ma il sindaco si appella anche al senso di responsabilità individuale e alla sensibilità collettiva, per evitare che momenti di festa e socializzazione possa mettere a rischio la sicurezza delle persone. Le uniche eccezioni saranno consentite in luoghi ed eventi autorizzati dalla locale autorità di pubblica sicurezza.