Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/268: L'U. S. OPEN METTE IN PALIO LA LEADERSHIP MONDIALE

Trionfa Gary Woodland, a Molinari non riesce la rimonta


PEBBLE BEACH (USA) - È il terzo major stagionale americano, ha luogo a Pebble Beach Golf Links in California, una delle maggiori sedi di Golf nel mondo. Sono due gli azzurri a disputare questo importante torneo. Francesco Molinari è affiancato da Renato Paratore, il giovane romano che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Cna di Treviso protesta contro i rincari sulle tratte venete

CARO PEDAGGI, LA RABBIA DEGLI ARTIGIANI

Rosolen: "Colpiscono in maniera iniqua il nostro terrotorio"


Giuliano Rosolen, direttore provinciale CNA Treviso TREVISO. Aumento dei pedaggi autostradali sulle tratte gestite da CAV (Concessioni Autostradali Venete), la CNA non ci sta. Il triangolo Venezia-Padova-Treviso, l’area più industrializzata e competitiva del Paese, è il più penalizzato d’Italia dai rincari approvati da questo Governo. Tassa inaccettabile che colpisce in modo iniquo molte ditte artigiane, soprattutto del trasporto e della logistica, ma non solo. 

«I rincari dei pedaggi sono pesanti e vanno a colpire in maniera iniqua il nostro territorio – afferma Giuliano Rosolen, direttore provinciale di CNA Treviso -. Avevano detto che non ci sarebbero stati aumenti e gli unici a trovarceli, insieme a poche altre aree in Italia, siamo noi. Non si capisce per quale ragione tratte di autostrada che sono tra le più care d’Italia subiscano ancora aumenti mentre altre tratte no. Il Ministro dovrà spiegare le sue scelte che vanno ad aggravare di imprese trevigiane e venete e rischiano di inficiarne la competitività. Dovrà spiegare agli artigiani trevigiani e veneti quali criteri ha usato per licenziare trattamenti così discriminanti».