Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/268: L'U. S. OPEN METTE IN PALIO LA LEADERSHIP MONDIALE

Trionfa Gary Woodland, a Molinari non riesce la rimonta


PEBBLE BEACH (USA) - È il terzo major stagionale americano, ha luogo a Pebble Beach Golf Links in California, una delle maggiori sedi di Golf nel mondo. Sono due gli azzurri a disputare questo importante torneo. Francesco Molinari è affiancato da Renato Paratore, il giovane romano che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Polizia Stradale presenta il bilancio degli interventi del 2018

ALCOL E DROGA, EMERGENZA AL VOLANTE

Ritirate 624 patenti e 470 libretti. Oltre 23 mila i punti ritirati


TREVISO. Automobilisti indisciplinati che guidano in modo pericoloso, superando i limiti di velocità ma anche sotto l'effetto di droga e alcol. Sono allarmanti i dati della polizia stradale relativi ai controlli effettuati nel 2018. Rispetto al 2017 le violazioni contestate per velocità pericolosa sono aumentate del 52%, crescita esponenziale (+40%) anche per quanto riguarda l'eccesso di velocità. In dodici mesi gli uomini della stradale hanno controllato quasi 45mila auto, in un caso su tre è stata contestata un'infrazione al codice della strada. Le multe sono aumentate del 20 per cento mentre le patenti ritirate sono state 624. Il numero di incidenti stradali è in leggero aumento (+5 per cento) ma fortunatamente sono in diminuzione i morti e i feriti. Ventiquattro in totale le vittime. Ma il dato allarmante è che il 30 per cento degli incidenti mortali è causato da alterazioni alla guida dovute all'alcol o alla droga. Gli automobilisti beccati alla guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti sono stati 31, un aumento del 35 per cento rispetto al 2017 mentre quelli in stato di ebbrezza 332, quasi uno al giorno. Numeri che fanno riflettere e che hanno spinto la polizia ad aumentare le iniziative a favore della sicurezza stradale. Sono stati in totale 15 mila i trevigiani che hanno partecipato alle giornate della sicurezza come il progetto "Icaro" che visto coinvolte le scuole o "Biciscuola", promosso in collaborazione con la "Gazzetta dello sport" e il Mir. Particolarmente significativo è stato l'evento in tema sicurezza stradale organizzato a Conegliano che ha coinvolto 4500 persone nell'arco di tre giornate precedute da un convegno in Prefettura con la partecipazione di Roberto Sgalla, Direttore centrale delle specialità della Polizia di Stato. Un evento che verrà ripetuto per la terza volta anche nel 2019.