Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

E' scomparso a 101 anni Arcangelo Baseotto

MORTO IL BARBIERE DI TEZZE, IL CORDOGLIO DI ZAIA

Tra i suoi "clienti" anche Rommel


TEZZE DI PIAVE. “Quando scompare una figura come quella di Arcangelo ci si sente più soli e più poveri, perché uomini come Baseotto incarnano la storia del Veneto e del territorio nel quale sono vissuti e si sono fatti benvolere”.

Con queste parole, il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, esprime il suo cordoglio per la scomparsa, a 101 anni, di Arcangelo Baseotto, lo storico barbiere di Tezze di Piave (lo fu anche del Feldmaresciallo Rommel), ma anche storico e orgoglioso bersagliere.

“Era così fiero della sua divisa – ricorda Zaia – da essere riuscito a partecipare all’adunata dei Bersaglieri di Vazzola del 2016 alla bella età di 99 anni, ma era anche orgoglioso del suo lavoro, di quella bottega di barbiere che, come nella miglior tradizione del nostro Veneto, rappresentava l’abilità di un mestiere antico, ma anche il punto d’incontro della gente della zona”.

“Arcangelo – conclude il Governatore – era un simbolo del territorio dove ha vissuto, ma lo è anche del Veneto migliore, con la sua storia, la sua tradizione, la sua umanità”.