Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Decreto sicurezza "Contestiamo la norma, ma decidano i sindaci"

PD IN PIAZZA SABATO 12 GENNAIO CONTRO LA MANOVRA

Nella Marca organizzati presidi in 15 comuni


TREVISO - Anche nella Marca, il Pd riparte dalla piazza. Sabato 12 gennaio, iscritti e simpatizzati del partito daranno vita a presidi in una quindicina di comuni in tutta la provincia, per manifestare il proprio dissenso alla legge di bilancio del governo gialloverde. Dissenso nel metodo, per lo stop al dibattito parlamentare con il voto di fiducia, ma anche nel merito. E se la mobilitazione ha carattere nazionale, i contenuti della manovra rischiano di avere un impatto pesante soprattutto per Treviso e il Veneto, come ribadisce  il segretario provinciale Giovanni Zorzi.
I Democratici trevigiani vedono nella mobilitazione anche un'ulteriore  tappa del percorso, avviato ad ottobre con la manifestazione in piazza Borsa a Treviso, per creare un’opposizione popolare, dal basso, rispetto a quella che viene definita la deriva politica, culturale e di valori impressa da questo governo”
Di fronte alla decisione di alcuni sindaci di non applicare il decreto sicurezza, i vertici trevigiani sottolineano come il Pd non dia diktat ai propri amministratori e come primo cittadino debba valutare in base alla situazione del proprio comune e della propria maggioranza. Tuttavia il partito rimarca la sua netta contrarietà alla normativa.