Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/310: MOLINARI INTERVISTA MOLINARI

Edoardo interroga il fratello Francesco (svelando qualche segreto)


TORINO - Anzitutto una premessa: Edoardo Molinari, che ha conosciuto e lavorato con i maestri più famosi, ha aperto al “Royal Park i Roveri”, un’accademia dedicata al mondo del golf, la più importante in Italia. In essa Dodo, con il suo staff, intende...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE È L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tutto il ricavato destinato alle comunità di S. Biagio, Salgareda, Zenson e Ponte di Piave

TUTTI A CENA PER RACCOGLIERE FONDI PER GLI ALLUVIONATI DEL PIAVE

L'evento venerdì 11 gennaio a Villa delle Magnolie di Monastier


MONASTIER - Dalla montagna al mare, una solidarietà bipartisan quella dimostrata da parte di sindaci, parroci, associazioni e cittadini rivieraschi del fiume sacro alla patria nei confronti delle comunità colpite dalla piena del Piave lo scorso novembre.
Venerdì 11 gennaio si terrà una speciale a Villa delle Magnolie di Monastier, proprio per raccogliere fondi a favore degli alluvionati e hanno già confermato la loro adesione da Jesolo, Breda di Piave, San Biagio di Callalta, Ponte di Piave, Salgareda, Spresiano, Cimadolmo, Maserada, Silea, Zenson di Piave, oltre che da Monastier. Rappresentanti di giunta, sindaci, consiglieri ma anche semplici cittadini che insieme a medici, infermieri e dipendenti della casa di cura “Giovanni XXIII”, del centro servizi “Villa delle Magnolie” del Park Hotel “Villa Fiorita” per una sera si metteranno insieme, chi per cenare, chi per fare il "cameriere" a favore delle popolazioni colpite dal maltempo
Sono invitate a partecipare gli abitanti e gli amministratori locali di tutti i comuni lungo l'asta del fiume sacro alla patria, dalle sorgenti, a Sappada, oggi in territorio friulano, al Bellunese e alla Marca, fino alla foce, in provincia di Venezia.
Sarà presente anche una rappresentanza dell'associazione Bersaglieri d'Italia che già in passato si era dimostrata sensibile alle iniziative di solidarietà mettendosi a disposizione per servire ai tavoli.
Tutto quello che verrà incassato andrà diviso in quattro parti uguali e consegnato ai quattro comuni trevigiani dove la piena ha infierito maggiormente:  San Biagio di Callalta, Salgareda, Zenson di Piave e Ponte di Piave.
A promuovere l'evento è la Sogedin spa, proprietaria di Villa delle Magnolie: la società, peraltro, non è nuova ad iniziative di questo tipo e due volte all'anno, ad esempio, organizza un cena benefica per raccogliere fondi a favore della Sierra Leone.
“Il messaggio che si vuole trasmettere è quello della solidarietà tra cittadini del Piave - spiega l'amministratore delegato Gabriele Geretto - Ciò che è capitato a fine ottobre poteva capitare anche ad altri comuni che costeggiano il Piave. E' un fiume meraviglioso, che conosco bene, essendo nato e vissuto a San Donà di Piave. Con le sue acque ha reso fertili le campagne di tutto il suo corso e anche per me, da giovane, è stato teatro di momenti di svago quando con i miei amici andavo a fare il bagno d’estate al circolo canottieri di San Donà di Piave. Un fiume che dà tanto, ma che può togliere tanto. Molte famiglie hanno dovuto affrontare spese importanti per sistemare le proprie abitazioni invase dall’acqua. Ci auguriamo che la solidarietà non manchi e che ci sia ampia partecipazione da parte di tutti, anche da chi fortunatamente non ha subito danni”.
L'iniziativa ha avuto il patrocinio anche del comune di Monastier e dei comuni di Zenson di Piave, Salgareda e San Biagio di Callalta.
Le prenotazioni (per i bambini ci sarà un menù dedicato) sono aperte fino a mercoledì 9 gennaio telefonando al numero 0422 – 896469.