Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/268: L'U. S. OPEN METTE IN PALIO LA LEADERSHIP MONDIALE

Trionfa Gary Woodland, a Molinari non riesce la rimonta


PEBBLE BEACH (USA) - È il terzo major stagionale americano, ha luogo a Pebble Beach Golf Links in California, una delle maggiori sedi di Golf nel mondo. Sono due gli azzurri a disputare questo importante torneo. Francesco Molinari è affiancato da Renato Paratore, il giovane romano che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Fondata da Dino Giusti, l'impresa si è sviluppata anche nel settore auto

GI. DI. MECCANICA FESTEGGIA I 35 ANNI SUPERANDO 42 MILIONI DI FATTURATO

L'azienda di Vazzola leader mondiale nelle leve per scarponi da sci


VAZZOLA - Nei giorni scorsi ha festeggiato i primi 35 anni di attività La GI.DI. Meccanica S.p.A. di Vazzola, con un fatturato che ha superato i 42 milioni di euro e 140 dipendenti (cui si aggiungono i 110 della filiale rumena), è diventata leader nella produzione delle leve e meccanismi per gli scarponi da sci: copre ben il 60% del mercato mondiale di questo particolare segmento, ma trasferisce le sue competenze in altri settori, come quello automobilistico, dei raccordi per fluidi e dello sport in generale.
L’azienda è nata dall’idea di Dino Giusti, un imprenditore che dopo esperienze in altre realtà locali ha fondato la sua azienda partendo, come molti, da una piccola officina in affitto. Ora gli stabilimenti in Italia e Romania si estendono su una superficie totale di circa 23mila metri quadrati coperti.
Nel primo periodo la società aveva investito in un settore in crescita nel quale allora pochi credevano , appunto le leve per scarponi da sci e pattini in linea arrivando a risolvere le differenti richieste del mercato con soluzioni innovative, diventate brevetti depositati dell’azienda. “Continuiamo a presentare nuovi brevetti ogni anno, unendo la creatività all’evoluzione tecnologica con l’inserimento in azienda di sistemi evoluti di progettazione”, spiega l’imprenditore
L’azienda trevigiana, con le sue linee produttive robotizzate, dove si lavora 24 ore al giorno, 5 giorni alla settimana, è anche l’unica al mondo ad utilizzare la tecnologia dello stampaggio a freddo per la realizzazione di tutti i componenti principali delle leve.
E se il comparto sportivo rimane il business storico, già da quasi vent’anni la Gi Di. ha cominciato a lavorare per il settore della componentistica per auto, che ora rappresenta il 40% del fatturato.