Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/286: L'OPEN D'ITALIA PER LA PRIMA VOLTA PARLA AUSTRIACO

All'Olgiata si impone Bernd Wiesberger, sotto tono Chicco Molinari


ROMA - Eccoci giunti al più grande appuntamento italiano dell’anno con il Golf: la 76esima edizione dell’OPEN D’ITALIA. A ospitarla è l’Olgiata Golf Club di Roma,nel percorso di gara, par 71, su quei terreni dove pascolava Ribot; un Open da gustare dalla...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/285: JON RAHM PROFETA IN PATRIA

L'iberico trionfa per la seconda volta nell'Open di Spagna


MADRID - L’European Tour arriva in Spagna, fa tappa al Club de Campo di Madrid, dove si disputa il Mutuactivos Open de España, una settimana prima dell’evento italiano. Sette sono gli azzurri in gara, tutti tesi a trovare il ritmo da dimostrarepoi a Roma, per l’Open...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/284: TURKISH AIRLINES CUP, RAFFINATA PROMOZIONE SPORTIVA

La tappa veneta del torneo voluto dalla compagnia aerea


ASOLO -  Una raffinata giornata, questo torneo di Golf amatoriale. È la tappa veneziano del Campionato che Turkish Airlines promuove nei quattro Continenti. È di qualificazione, introduttivo al gran finale che verrà disputato a Belek, in Turchia, dal prossimo sabato 2 alla...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'azienda ha chiuso i primi nove mesi 2018 con 21 milioni di rosso

STEFANEL, IL TRIBUNALE APPROVA LA DOMANDA DI CONCORDATO DI STEFANEL

L'azienda dovrà presentare il piano definitivo entro il 15 aprile


PONTE DI PIAVE - Il tribunale di Treviso ha accettato la richiesta di concordato "in bianco" presentata dalla Stefanel. I magistrati della sezione fallimentare hanno fissato al 15 aprile (concedendo 120 giorni, il tempo massimo previsto) il termine ultimo entro cui la società l'azienda dell'abbigliamento dovrà depositare la proposta definitiva di concordato preventivo o, in alternativa, la domanda di omologazione di un accordo di ristrutturazione dei debiti, che si aggirerebbero intorno ai 50 milioni di euro.
Ad un anno dal salvataggio da parte del fondo Oxy- Attestor, l'industria trevigiana ha chiuso i primi nove mesi del 2018 con perdite per quasi 21 milioni di euro, a fronte di un patrimonio per 7,5 milioni. Nelle scorse settimane il cda ha illustrato una strategia di rilancio basata sul riposizionamento di mercato, lo sviluppo delle collezioni lungo tutto l'arco dell'anno, la riorganizzazione della rete dei negozi. Ma ha anche annunciato la volontà di ridurre i costi fissi e di ricorrere a non meglio specificati ammortizzatori sociali. Cosa che ha alimentato i timori dei sindacati, in particolare sul rischio di esuberi per gli 89 dipendenti della sede centrale di Ponte di Piave.
Il Tribunale ha anche nominato tre commissari giudiziali che avranno funzioni di controllo sulla procedura: si tratta di Dino Biasotto, Danilo Galletti e Pier Giorgio Cecchini.
Con l'accoglimento della domanda di concordato, il patrimonio della Stefanel sarà protetto dalle eventuali pretese dei creditoi e la società potrà proseguire nella propria attività commerciale.