Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nasce un modello innovativo per recuperare i debiti e colmare le lacune

SMART WEEK PER GLI STUDENTI DEL PIO X

Una settimana dinamica con attività alternative


TREVISO - Al Collegio Pio X i docenti hanno messo in moto esperienza e creatività per trarne il massimo profitto scolastico.
Da lunedì ha preso il via un modello innovativo per l’obbligo delle dieci ore di recupero per gli studenti con ‘debiti’. Un modello che, anziché utilizzare l’orario curriculare o quello pomeridiano, comprime le attività obbligatorie in una sola settimana, ‘intelligente, dinamica e smart’, e che al termine permette agli studenti di sapere subito se le lacune sono state sanate. Quindi tempi brevi e certezza dell’esito.
Una smart week senza buchi nell’orario grazie anche allo studio assistito in aule assegnate.
Ma non è tutto. Restavano allo scoperto gli studenti bravi, quelli senza debiti.
Per evitare che rimanessero a casa o poco operosi in classe, è stata organizzata una settimana parallela, anche in questo caso smart, fitta di attività alternative e conferenze.
“La scuola si è data un calendario nuovo per la settimana, distribuito su assi cartesiani, con intreccio di insegnanti, aule, studenti, materie”, ha detto il preside Simone Ferraro, “che ha offerto un quadro di certezze a chi deve riparare, e ricchezza di stimoli agli altri. Il progetto al completo è stato sottoposto a studenti e famiglie ancor prima delle vacanze natalizie per permettere a chi aveva debiti di iscriversi ai corsi, e a chi non ne aveva di scegliere due attività alternative da seguire tra le 15 proposte.
“Grazie alla scelta libera e a classi scomposte”, ha detto ancora il prof. Ferraro, “quei possibili tempi morti si sono trasformati in una opportunità apprezzata dagli studenti che stanno vivendo le attività alternative come veri e propri corsi universitari. I temi scelti vanno dalla linguistica alla musica, dalla conservazione dei libri al teatro, dalla filosofia all’orientamento universitario”.
Affascina e incuriosisce in particolare, tra le quindici opzioni, il laboratorio di chimica, in lingua latina, su cosmetici e medicinali nell’antica Roma. Materia curiosa che permette di scoprire, attraverso lo studio dei testi, i profumi usati da Giulio Cesare.
Una smart week innovativa quindi, ma anche molto utile e di grande appeal per i ragazzi.