Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Atvo ha lanciato la campagna all'insegna del divertimento

UN "GIOCO DELL' OCA" PER IMPARARE A USARE I BUS

Il gioco prodotto in cinquemila esemplari è in distribuzione in tutta Europa


VENEZIA. Un’idea semplice ed allo stesso geniale. Insegnare ai più piccoli l’utilità dell’uso dei mezzi pubblici, ma anche stimolare gli adulti ad utilizzarli più spesso, grazie ad un gioco. Anzi, grazie ad uno dei giochi più famosi al mondo, ovvero il “Gioco dell’oca”. Opportunamente modificato naturalmente. “Abbiamo pensato ad un sistema semplice ed efficace per catturare l’attenzione di tante persone, per stimolarle all’utilizzo dei mezzi pubblici, quelli su gomma nella fattispecie”, ha spiegato il presidente di Atvo, Fabio Turchetto. “Un gioco classico, ma mai passato di moda, come può essere il Gioco dell’Oca, che permette di giocare in famiglia e allo stesso tempo educare i più piccoli sulla utilità dei mezzi pubblici per spostarsi”. A tale proposito si ricorda come Atvo da anni sia impegnata con progetti di “educazione stradale”, come ad esempio il concorso per le scuole, dal quale è peraltro scaturita l’idea, poi diventata progetto, della rivoluzionaria applicazione “DaAaB”.

Il gioco, dunque. Si chiama “Venice Sands fun trip!”, letteralmente “Viaggio di divertimento”. “Per fare capire fin da subito che il viaggio in bus è utile e anche divertente. In pratica la vacanza inizia nei nostri mezzi”, aggiunge il direttore di Atvo, Stefano Cerchier, che il progetto del gioco lo ha seguito in tutte le sue fasi.

Ogni giocatore parte da una differente località turistico-balneare della costa veneziana: lo scopo è di raggiungere, prima degli altri naturalmente, gli aeroporti Marco Polo di Venezia e Canova di Treviso, la stazione dei treni di Mestre e piazzale Roma, ancora a Venezia.

Esattamente come nel tradizionale Gioco dell’Oca, ogni giocatore dispone, a turno, di un tiro di dadi; e, durante il percorso, può trovare delle caselle con penalità o, viceversa, quelle per avanzare (nella fattispecie con il simbolo di Atvo Bus).

“Abbiamo prodotto 5mila confezioni di questo gioco – ha detto ancora Cerchier – che abbiamo iniziato a distribuire, gratuitamente, nelle fiere europee cui stiamo partecipando come partner ed i risultati sono straordinari: è in assoluto il gadget più richiesto e più gradito. Contiamo di farne produrre degli altri. Questo è assolutamente positivo, perché anche chi ancora non è venuto in vacanza in una delle spiagge veneziane, con la semplicità di un gioco viene a sapere che ha la possibilità di raggiungere le stesse (e viceversa naturalmente) con i nostri bus”. E questo con la comodità di bus moderni (da qualche anno è in corso un importante investimento di rinnovamento del parco mezzi di Atvo), dotati anche di wi-fi free.